E’ stato ritrovato il cadavere di Antonio Giordano, di 63 anni, il sub disperso stamattina nello specchio d’acqua di Soverato in Calabria. Il corpo privo di vita di Giordano, che era di Catanzaro, e’ stato trovato dopo alcune ore di ricerca dalla Guardia costiera e dalla Protezione civile. L’uomo si era immerso dopo avere preso il largo a bordo di una piccola imbarcazione in compagnia di due amici che lo hanno atteso invano sul natante. Dopo qualche tempo i due amici di Giordano preoccupati perche’ non vedevano risalire il sub che si era immerso con tutta la sua attrezzatura hanno allertato la Capitaneria di porto che ha avviato le ricerche assieme alla Protezione civile. Dopo qualche ora il ritrovamento. Il cadavere dell’uomo, che era dirigente dell’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro ed era conosciuto nel capoluogo di regione, e’ stato messo a disposizione della magistratura che dovra’ disporre l’esecuzione dell’esame autoptico per stabilire le cause del decesso. (ANSA).

Strill.it