Il timore è che la gente non si rechi a votare il 12 e 13 giugno e, considerato che è dal 1995 che in una consultazione referendaria non si riesce a raggiungere il quorum, e tra l’altro con un’informazione completamente inadeguata, il fronte del “sì” (nel senso dell’abrogazione delle norme in vigore sul nucleare, sulla privatizzazione dei servizi idrici e sul legittimo impedimento), in questa volata finale ha deciso di unire le forze e costituire un Comitato spontaneo. Un fronte comune per una mobilitazione civica straordinaria, iniziata un anno fa, al quale hanno aderito la sezione locale del Wwf di Monasterace – Vallata dello Stilaro, presieduta da Martina Comito, il segretario Cosimo Origlia del costituendo Partito del Sud, il segretario della sezione locale del Pd, Teodoro Bucchino, l’esponente dell’Idv Giuseppe Gervasi, insieme a un gruppo di giovani cittadini. L’impegno del Comitato, attivo su tutta la vallata dello Stilaro, «è quello – spiegano i promotori – di sensibilizzare l’opinione pubblica a sostegno dei quattro “sì” attraverso forum informativi e con l’aiuto di video». Per fare chiarezza domani alle 18, 30 in piazza Caduti senza Croce si terrà anche una manifestazione con dibattito e momenti di confronto.

Gazzetta del Sud del 9.06.2011 – Imma Divino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


nove − 9 =