Il diciottenne non è piu’ in coma farmacologico. Ancora sotto osservazione, i medici sono ottimisti sulle sue condizioni. Potrebbe tornare presto a casa Giuseppe Fiorito, il calciatore diciottenne che nella notte tra sabato 12 e domenica 13 novembre scorsi si è schiantato contro un guardrail, in tangenziale. Giuseppe era stato trasportato al Policlinico con profonde lesioni interne e i sanitari avevano deciso di indurre il coma farmacologico. Le sue condizioni sono rapidamente migliorate e ieri Giuseppe è stato risvegliato. Non è stato operato, come inizialmente avevano ipotizzato i sanitari, che ora lo monitorano costantemente. Le prossime ore saranno decisive. Il diciottenne, terzo portiere del Città di Messina,era a guida della sua Ford Fiesta, tamponata da una Passat, guidata da un quarantenne, nei pressi dello svincolo Messina centro, sulla tangenziale della A20.

Fonte: Normanno.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


2 + quattro =