teatro2Bravissimi, i fratelli Laganà, Antonio e Vincenzo, nella loro esibizione al Teatro Comunale di Soverato, nel corso della quale hanno presentato il nuovo cd “Quello che

vorrei”. Sono due giovani che vogliono vivere di musica, molto talentuosi e capaci, infatti, oltre a essere musicisti e cantanti sono anche due avvocati. Antonio, il cantante, ha condiviso con il pubblico i suoi sogni, ha raccontato aneddoti e delusioni, e poi ha ricordato gli amici che non ci sono più come Danilo. Fortissima la delusione di non essere stati ammessi al festival di Sanremo, ma il pezzo scartato è piaciuto tantissimo al pubblico e verrà proposto il primo maggio a Rende. Il presentatore dell’evento è stato è Federico, in arte l’olandese volante di Rtl, i padrini, invece, sono stati il vicesindaco Teo Sinopoli, l’assessore Sonia Munizzi e l’assessore Antonio Ma tozzo, che hanno patrocinato l’iniziativa. Il concerto è iniziato con queste parole: «Noi siamo i Laganà» e poi è partita la musica con accattivanti melodie per quasi due ore. Tanti pezzi proposti, come “Amore che vieni e che vai”, “Aspetterà”, “Dirsi addio”, “Ehi tu”, “L’artista”, “Noi due ci stiamo cercando”, “È un’abitudine”, “Un solo minuto”, “Vivo come vivo” e “Giada”. Quest’ultima è una ninnananna in dialetto badolatese dedicata ad una bimba. Sul palco una band di musicisti professionisti calabresi: Francesco Catricalà al basso, Andrea Gallelli al pianoforte e campionamenti, Francesco Battaglia alle tastiere, Giancarlo Sinopoli e Fabio Greco alle chitarre elettriche e Tommaso Cristofaro alla batteria. L’iniziativa è stata curata dall’associazione culturale “Empire”.

Ilfattoonline.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


1 − = zero