mongiardo salvatoreL’Università delle Generazioni e CostaJonicaWeb.it sono lieti di sottoporre all’attenzione e alla sensibilità dei nostri sempre gentili lettori la seguente poesia, intitolata “Pensieri d’amore”, scritta il 22 aprile 2016 (nella Giornata della Terra) dal filosofo e poeta Salvatore Mongiardo, fondatore e scolarca della Nuova Scuola Pitagorica di Crotone. Sarebbe utile che questi versi vengano letti, studiati e commentati specialmente nelle scuole e nelle associazioni.

 PENSIERI D’AMORE

 

All’universo nato dal mistero

Alle galassie immense e ai buchi neri

Al sole ed a tutto il firmamento

Alla terra al mare ed ai monti

Mandiamo pensieri d’amore

 

All’orso bianco che vaga nel freddo

Cercando una preda per nutrirsi

Alla foca che l’orso ha azzannato

E il ghiaccio tinge con il rosso sangue

Mandiamo pensieri d’amore

 

Al maestoso elefante che cade

Colpito da fucile traditore

Al bue trascinato al macello

Che muggisce morendo scannato

Mandiamo pensieri d’amore

 

Ai bimbi morti di malnutrizione

Tra le braccia di madri disperate

Ai soldati di tutte le guerre

Uccisi da frecce spade e bombe

Mandiamo pensieri d’amore

 

Alle spose che attesero invano

Il ritorno dell’amato caduto

Alle donne oppresse perseguitate

Ed a quelle arse vive nei roghi

Mandiamo pensieri d’amore

 

Agli ebrei che graffiano le pareti

Soffocando nelle camere a gas

A Hitler che impugna la pistola

Per uccidere Eva Braun e se stesso

Mandiamo pensieri d’amore

 

A finanzieri affaristi e banchieri

Che succhiano il sangue ai poveretti

Agli umili che gemono in miseria

Cercando di calmare fame e sete

Mandiamo pensieri d’amore

 

A chi non ce la fa e prende droga

Distruggendo se stesso e la famiglia

Ai criminali e bande fuorilegge

Che si uccidono in lotta tra di loro

Mandiamo pensieri d’amore

 

Ai bambini e ai martiri islamici

Che muoiono per la loro causa

Alle bimbe soffocate appena nate

Solamente perché son femminucce

Mandiamo pensieri d’amore

 

Ai governati corrotti incapaci

Che portano i popoli al disastro

Ai popoli che piangono soffrendo

Per guerre malattie rivalità

Mandiamo pensieri d’amore

 

A chi soffre in completa solitudine

A chi è malato in casa o in ospedale

A chi gemendo aspetta la fine

Lasciando i propri cari disperati

Mandiamo pensieri d’amore

 

A chi sente l’angoscia che l’assale

E deve fare uso di calmanti

A chi dispera per il suo domani

E passa i giorni nelle frustrazione

Mandiamo pensieri d’amore

 

Ai politici falsi e inconcludenti

Agli imbroglioni di tutte le razze

A ladri faccendieri e malviventi

Ai bambini soldati dell’Africa

Mandiamo pensieri d’amore

 

Ai fabbricanti di armi mortali

Ed ai custodi degli arsenali

A chi sogna la fine di ogni guerra

Sperando che finisca la violenza

Mandiamo pensieri d’amore

 

Ed a tutte le donne della storia

Che han subìto ogni umiliazione

Percosse stupri aborti disonore

Schiavitù servitù prostituzione

Mandiamo pensieri d’amore

 

Ai maschi che han sempre comandato

E sono ormai incapaci a governare

Ai migranti dei barconi affondati

Che il mare accoglie come fresca bara

Mandiamo pensieri d’amore

 

A chi spera con rinnovato ardore

Che per l’umanità arrivi il giorno

Di universale fratellanza e gioia

Serenità bontà ed allegria

Mandiamo pensieri d’amore

 

Ed alla donna vestita di sole

Coronata di stelle perché calmi

L’interna lotta del cuore del maschio

E venga in terra l’Era della Donna

Mandiamo pensieri d’amore

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


1 + tre =