I Carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà, per il reato di furto continuato di corrispondenza, un uomo 45enne del posto, perchè sorpreso in possesso di un sacco di colore bianco contenente ben 60 buste di corrispondenza, ancora chiuse, regolarmente affrancate. Le buste erano state poco prima asportate proprio dalle cassettine per la posta dei destinatari, ubicate chiaramente lungo la pubblica via e risultate, infatti, forzate o effratte.

La successiva perquisizione domiciliare condotta presso l’abitazione dell’uomo ha poi permesso ai militari dell’Arma di rinvenire, occultate in un armadio della camera da letto, ulteriori 240 buste di corrispondenza. Peraltro, tra tale corrispondenza v’erano pure delle buste chiaramente importanti, come missive provenienti da istituto di credito, bollette della luce, del gas e del telefono, oltre chiaramente altre di carattere privato o commerciale. Evidentemente, anche quest’altra corrispondenza è stata trafugata con le stesse modalità sopra accennate, ai danni di ignare vittime solofrane, asportando semplicemente la loro corrispondenza dalla relative cassette postali ubicate lungo le strade.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


7 × tre =