Il sindaco di Moansterace, Maria Carmela Lanzetta, ha diffuso ieri una nota stampa nella quale accusa Locride Ambiente di non fare “completamente il proprio dovere, girando e rigirando intorno al problema per raggiungere qualche scopo recondito che non vogliamo neanche immagginare”. Il messaggio del sindaco è chiaramente riferito alla crisi del conferimento rifiuti e la conseguente lentezza nella raccolta. Secondo la signora Lanzetta, non può essere certo casuale che i mezzi a disposizione di Locride Ambiente siano sempre guasti o non disponibili proprio nei giorni stabiliti per gli interventi di rimozione dei cumuli di immondizia. Questi mancati interventi, dice il sindaco, hanno reso impossibile accettare la crisi. Questa assume sempre più i connotati di una emergenza sanitaria. Altri amministratori hanno espresso gli stessi dubbi della Lanzetta, mentre le fanno eco alcune associazioni di volontariato, informalmente, nel denunciare una pessima gestione dei rifiuti strumentale alla speculazione: ogni viaggio di autocompattatore costa al contribuente circa 2mila euro.

Ilfattoonline.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


− due = 1