polizia arrestoNella giornata di ieri il G.I.P. presso il Tribunale di Locri ha convalidato il fermo eseguito dal personale della Polizia di Stato di Siderno nei confronti di M. Gianluca di anni 26, il giovane incensurato di Siderno accusato di essere l’autore del furto avvenuto nelle prime ore del mattino dello scorso 7 gennaio presso il negozio di abbigliamento “ARTIGLI”, all’interno del centro commerciale “LA GRU”. Le telecamere del sistema di videosorveglianza, nell’occasione, avevano ripreso i movimenti di un giovane con il volto travisato che, dopo essere entrato nella struttura approfittando della presenza del personale delle pulizie, si era diretto con sicurezza verso il negozio entrandovi senza difficoltà ed intrattenendosi brevemente per poi uscirne dirigendosi verso i parcheggi esterni.

All’atto dell’apertura i commessi del negozio constatavano che il malfattore si era impossessato della somma in contanti di euro 15.874,80, custoditi in una cassaforte che era stata forzata. L’immediato intervento e le successive indagini condotte dalla polizia giudiziaria sotto le direttive della Procura della Repubblica di Locri, consentivano di raccogliererilevanti e concordanti indizia carico di M. Gianluca, rinvenendo in suo possesso indumenti compatibili con quelli indossati dal malfattore e anche un’ingente somma di denaro in contanti di cui lo stesso non riusciva a giustificarne validamente il possesso. Il provvedimento restrittivo nei suoi confronti, oggi convalidato dal G.I.P., veniva adottato il 10 marzo scorso al fine di scongiurare il pericolo di fuga, poiché veniva accertato che il giovane era in procinto di recarsi all’estero. Tradotto presso la Casa Circondariale di Locri, vi permaneva a disposizione dell’A.G. fino all’emissione del provvedimento odierno che, oltre a convalidare il fermo, disponeva nei suoi confronti l’applicazione della misura degli arresti domiciliari.