carabinieri-autoUna casalinga di Bordighera (IM) deteneva in casa quattro fucili, tre pistole e diverse munizioni. Le indagini si stanno concentrando in particolare sui rapporti tra la donna e i Pellegrino, originari di Cittanova e trasferitisi in Liguria dove solo due mesi fa sono finiti in manette in seguito ad un indagine della Dda che ha poi messo in luce anche i rapporti tra i Pellegrino, altri esponenti della ‘ndrangheta e alcuni esponenti politici locali. Molto probabilmente la donna incensurata deteneva le armi per sottrarle al sequestro. Il via vai degli indagati dall’abitazione ha insospettito gli investigatori che ieri mattina hanno fatto irruzione e scoperto le armi e le munizioni.

ilfattoonline.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


5 − = tre