Slittera’ di un anno, e dunque al primo gennaio del 2014, la data entro la quale sara’ elevata la soglia minima di prestazioni annue per i laboratori d’analisi accreditati dal sistema sanitario. Lo ha deciso l’assessore regionale per la Salute Massimo Russo dopo l’ordinanza di sospensione cautelare del Tar di Palermo che, pur confermando la validita’ dell’impianto del decreto, ha ritenuto troppo ristretto il termine del 31 dicembre 2012 per l’applicazione del criterio della soglia minima di attivita’.

La soglia prevista nel decreto, apprezzato dal Ministero della Salute e adottato in seguito all’accordo Stato Regioni, e’ quella delle 100.000 prestazioni annue che diventeranno 200.000 nel 2015. E’ un’ordinanza di sospensione cautelare del Tar in attesa della discussione di merito. L’assessorato valutera’ la possibilita’ di presentare appello al Cga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


4 − = uno