“Il trasferimento dei pazienti Covid dall’ospedale di Sciacca a quello di Ribera e l’apertura dell’Unità operativa complessa di malattie infettive nel nosocomio riberese dove è previsto anche l’arrivo di una nuova ambulanza. Sono queste alcune delle rassicurazioni che abbiamo avuto questa mattina durante l’audizione in commissione Salute dal dirigente generale del dipartimento regionale per la pianificazione strategica Mario La Rocca al lavoro per attuare il piano già predisposto dal governo regionale”.

Lo scrive in una nota la presidente della sesta commissione dell’Ars, Margherita La Rocca Ruvolo, a margine dell’audizione dedicata all’ospedale di Ribera. Durante l’incontro sono intervenuti anche il sindaco di Ribera Matteo Ruvolo, diversi sindaci del comprensorio e il commissario straordinario dell’Asp di Agrigento Mario Zappia.

“Il commissario Zappia – prosegue La Rocca Ruvolo – ha ribadito che l’Asp sta lavorando intensamente per la valorizzazione dei reparti esistenti e per l’ampliamento dell’offerta sanitaria nel più breve tempo possibile. Per quanto riguarda il pronto soccorso di Ribera ha spiegato che al momento resta attivo solo per i pazienti Covid ma che per le emergenze-urgenze è stato già attivato un punto di accettazione che sarà ulteriormente rafforzato. La commissione Salute, che ha chiesto anche che l’ospedale di Sciacca ritorni no Covid soprattutto nel reparto di medicina generale, vigilerà affinché tutti gli impegni presi vengano mantenuti. Al di là delle polemiche, spesso strumentali, mi sento di dire che si sta facendo di tutto per rendere l’ospedale di Ribera funzionale, efficiente e all’avanguardia con le migliori tecnologie sanitarie. Una volta superata la pandemia al territorio resterà un ospedale degno di questo nome”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


− 3 = zero