Un santacrocese ha chiamato in caserma riferendo che aveva visto delle strane luci, come di una torcia elettrica, provenire da un’abitazione. Due militari sono subito intervenuti sul posto e, constatata la presenza di qualcuno in casa hanno deciso d’intervenire; in casa, il sottufficiale ha scorto un uomo che, vistosi scoperto, s’è barricato in una stanza e s’è calato dalla finestra. Qui ad attenderlo c’era un carabiniere, dal quale però è riuscito a divincolarsi fuggendo in direzione di una Mercedes parcheggiata poco lontano. Salito a auto, ha ingranato la prima marcia trascinandosi dietri il carabiniere, facendolo ruzzolare a terra dopo pochi metri.

Il fuggitivo è stato infine intercettato e bloccato in centro, nei pressi dell’abitazione della madre, dove probabilmente era intenzionato a nascondersi.

Nell’auto, sono stato trovati una torcia elettrica e cinque grossi cacciaviti, sottoposti a sequestro.

Ammanettato e condotto in caserma è stato denunciato all’autorità giudiziaria in stato d’arresto per i reati di tentato furto in abitazione aggravato, resistenza e violenza a un pubblico ufficiale, lesioni aggravate a un pubblico ufficiale (il militare scaraventato a terra dall’auto s’è infatti escoriato la mano sinistra), porto ingiustificato di arnesi da scasso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


7 × otto =