(Foto dal web)

Il Comune ha attivato il progetto “babysensory” per i bambini da 0 a 18 mesi che coinvolge direttamente anche i genitori. L’innovativa esperienza proviene dall’Inghilterra e ora è approdata anche in Italia e nella provincia di Catanzaro fa riferimento alla dottoressa Carla Cosco. «Si tratta di un’innovazione perché è rivolto a bambini in tenerissima età», ha spiegato Anna Riccio, assessore ai Servizi sociali. Il percorso – che nei mesi scorsi era stato illustrato anche nel Comune di Isca, nella sede dell’ “Unione dei Comuni del Versante Ionico” – dura alcune settimane e consiste di una serie di attività ideate per aiutare il bambino nella crescita attraverso la stimolazione dei sensi. «Il progetto – ha proseguito l’assessore Riccio – incoraggia lo sviluppo intellettivo e aiuta i genitori ad intrattenersi col bambino». Ai primi incontri – che vedono la messa in pratica con la guida di esperte delle tecniche proposte da “baby Sensory” – hanno partecipato tante mamme ma anche alcuni papà che nella società odierna, trascorrendo molto più tempo con i bambini, sono chiamati a nuove responsabilità verso l’infanzia. Il progetto è anche legato all’iniziativa “Un albero per ogni bambino nato” alla cui conclusione verrà messo a dimora un alberello di cui gli stessi bambini nel tempo dovranno avere cura. L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Domenico Criniti ha pensato poi anche per i più grandi e ha infatti predisposto “L’estate ragazzi” per quella fascia d’età che va dai 6 ai 15 anni. Col programma estivo l’obiettivo dell’amministrazione comunale è quello di affrontare il lungo periodo post-scolastico per impegnare i ragazzi in modo creativo, costruttivo e divertente. “L’estate ragazzi” comincerà il 15 giugno e terminerà il 30 luglio.

Gazzetta del Sud

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


+ otto = 14