Nella mattinata odierna, a Sant’Eufemia d’Aspromonte (Rc), i militari dello Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria, unitamente ai Carabinieri della locale stazione, a seguito di mirato e predisposto servizio di controllo del territorio, traevano in arresto, in flagranza di reato di detenzione illegale di armi, munizioni e materiale esplodente, due uomini di Sant’Eufemia d’Aspromonte, padre e figlio, O.B. e O. G., entrambi censurati.

In particolare, i militari operanti, durante una perquisizione domiciliare presso l’abitazione dei predetti, rinvenivano, abilmente occultate all’interno di una camera da letto e di un altro locale dell’immobile, le sottonotate armi e munizioni:

  • pistola semi automatica marca astra modello unceta cia s.a., calibro 6,35, con matricola sul fusto punzonata, completa di serbatoio e 23 cartucce (di cui 6 contenute all’interno del serbatoio) dello stesso calibro;
  • fucile semi automatico marca beretta modello a302 calibro 12, con matricola punzonata, nonché n. 32 cartucce (di cui 9 a pallettoni ed una a palla asciutta) dello stesso calibro;
  • grammi 100 di polvere da sparo.

Gli interessati, a seguito del loro arresto, venivano portati presso i locali della stazione carabinieri di s. eufemia prima e della compagnia di palmi poi, al fine di espletare le formalità di rito, al termine delle quali i medesimi venivano condotti presso la casa circondariale di palmi, a disposizione dell’autorita’ giudiziaria competente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


8 × = trenta due