120846928_2718659118383729_8733171274341178809_o-1Emozioni senza fine oggi al “Corrado Alvaro” di San Luca per la prima partita “storica” in Serie D della squadra giallorossa del Presidente Francesco Giampaolo e di Mister Ciccio Cozza. Partita che avrebbe meritato il sold aut se non ci fosse stato di mezzo l’emergenza sanitaria ed il maledetto Covid-19 che ha costretto i tanti tifosi locali di assieparsi sulle collinette che sovrastano il moderno stadio sanluchese. In tribuna presenti soltanto i rappresentanti delle due dirigenze e la stampa che ha avuto il suo bel da fare per seguire e raccontare le vicissitudini di questa bella impresa del San Luca (3-2 il risultato finale!).

Partita dai due volti quella del San Luca, ad un primo tempo giocato a ritmo piuttosto lento e con poche idee, tant’è che gli ospiti in pochi minuti sono riusciti ad assestare un doppio pugno allo stomaco seppur in inferiorità numerica (espulsione diretta per brutto fallo in area di Coulibaly) portandosi sullo 0-2, è seguita una ripresa straordinaria con fitte trame di gioco e veloci scambi in mezzo al campo. Rispetto alla partita di Messina, il San Luca si è vestito nuovamente da “dottor jekyll e mr. Hide”, stavolta però è stato il primo tempo a fare soffrire un po tutti, mentre nel secondo la squadra è salita letteralmente in cattedra sciorinando una prova potente e maiuscola. Alla Gelbison, squadra del Cilento, scesa in Calabria per tentare di portare via almeno un punto è capitata la stessa sorte che ha, invece, subito il suo avversario (Santa Maria Cilento) la settimana scorsa nel derby e cioè una sconfitta per 3-2 dopo essere stati in vantaggio per 0-2.

120853584_1280064895686796_5254313066915644550_nMa veniamo alla cronaca dell’incontro, parte bene la Gelbison di mister Ferazzoli che si dispone ottimamente in campo lasciando poco spazio agli avversari che stentano ad avviare il motore, i primi venti minuti dicono poco in termini di pericolosità sotto rete, unico sussulto al 26’ quando Koulibaly commette una follia nell’area del San Luca con un fallo pericoloso che ha comportato il rosso diretto. L’uomo in meno però non si sente, anzi sono proprio gli ospiti che pochi minuti dopo  (33’) passano in vantaggio con una rete di D’Orsi molto bravo a sfruttare una punizione di Uliano. Altri due minuti ed è confezionato il raddoppio ad opera dello stesso Uliano che con un bel tiro d’angolo beffa Callejo e cosi si va al riposo sullo 0-2.

Nella ripresa cambia tutto, evidentemente negli spogliatoi si è fatto sentire mister Cozza, infatti i suoi giocatori entrano in campo con una verve maggiore e si buttano su ogni pallone, le occasioni da goal fioccano e si vede in campo bel gioco. Al 9’ s.t. è l’argentino Bargas ad accorciare le distanze 1-2 e dopo altri due minuti arriva il tanto sospirato pareggio con De Miranda. Tutto lascia pensare che oggi, per il San Luca, è tempo d’impresa infatti a cinque minuti dal termine completa l’opera ancora con Bargas che in scivolata, a pochi metri dalla porta, manda in rete la palla dopo un bel cross rasoterra fatto da Totò Pelle, vero mattatore della ripresa per le sue scorribande sulla fascia che hanno tramortito il suo diretto avversario e non solo. Al triplo fischio dell’arbitro giocatori e tifosi al settimo cielo. Raggiante Mister Cozza che incamera così i primi tre punti della sua avventura Sanluchese. Ora pensiero rivolto al derby di domenica prossima contro il Roccella Jonica, un derby molto sentito da queste parti che senz’altro soddisferà il palato fino degli addetti ai lavori.

Formazioni:

San Luca: Callejo, Pitto, Murdaca, Spinaci, De Miranda Greco, Romero, Nagore, Bargas, Leveque, Cotroneo. A disposizione: Pellegrino, Finocchiaro, Mammoliti, Pelle, Bruzzaniti, Franco, Marchionna, Arcuri, Carbone. Mister: Francesco Cozza

Gelbison: D’Agostino, Romano, Gagliardi, Uliano, Tedesco, Coiro, D’Orsi, Mautone, Defoglio, Maiorano, Koulibaly. A disposizione: Farina, Zollo, De Gregorio, Pipoilo, Tagliamonte, Montuori, Graziani, Stancarone, Cangemi. Mister: Giuseppe Ferazzoli.

Ammoniti: Nagore, Cotroneo e Romero per il San Luca;  Uliano e Koulibaly (espulso) per il Gelbison.

Sostituzioni: al 43’ p.t. Marchionna e Carbone prendono il posto di Nagore  e Cotroneo per il San Luca;  Graziani (51’), De Gregorio e Pipolo (57’), Cangemi (69’), Zollo (81’), prendono il posto di Coiro, De Foglio, Tedesco, Maiorano e Romano per il Gelbison.

Terna arbitrale: Simone Gauzolino (Torino) primo arbitro; Francesco Davide Bonaccorso (Catania) e Giuseppe Minutoli (Messina) assistenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


sette − 1 =