Foto dal web

400 atleti provenienti da ogni angolo della regione hanno animato l’importante appuntamento “Jonio Sport Festival” che si è svolto nell’incantevole cornice dell’arenile jonico. Sport, cultura e spettacolo sono stati fusi sapientemente per offrire al numeroso pubblico una kermesse unica e di forte coinvolgimento. Mai tanti sport individuali e di squadra erano stati riuniti nel comprensorio sotto un’unica formula che, alla fine, si è rivelata davvero vincente. Molto importante è stato il supporto dato alla manifestazione, organizzata da Pier Luigi Galati e Vanessa Renda, dall’assessorato allo Sport della Provincia e dal Comune senza trascurare i numerosi sponsor. Numerose sono state le associazioni convenute all’evento il cui fine principale era la promozione della cultura sportiva. Il programma è stato serrato ma anche divertente e stimolante e si è svolto in due giornate con esibizioni e stage che sono stati curati da maestri ed istruttori: Vanessa Renda (Guardavalle), pilates; Pantaleone Clericò (Gasperina) e Vincenzo Mercuri (Petronà), taekwondo; Antonio Grillo (Lamezia Terme), taiji; Alessio Nisticò (Catanzaro), aerobica; Luigi Menniti (Guardavalle), vela; Anna Larocca (Handboll Badolato), pallamano ; Antonio Stella (Volley Soverato), beach volley ; Pierluigi Galati (Guardavalle), beach soccer; Eugenio Luciano (S. Caterina), balli di gruppo; Antonio Caira (Cosenza), indoor cycling; Franco Favaro (Venezia), danza contemporanea; Ranko Yokoyama (Roma), danza moderna; Alex Fabbri (Roma), hip hop. Nelle due serate l’organizzazione ha previsto anche lo spettacolo con le cantanti Kelly Joyce e Mary Fuoco. Il festival si è chiuso con una premiazione simbolica a tutti i partecipanti perché l’idea guida è stata quella di promuovere e valorizzare i valori sportivi. (m.r.)

Fonte: Gazzetta del Sud del 1 agosto 2011

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


2 − = uno