I militari della Tenenza di Rosarno (RC), traevano arresto in flagranza di reato B.Z.A., 27 anni, ritenuta responsabile del reato di furto aggravato di energia elettrica, in quanto alimentava la propria abitazioni mediante allaccio abusivo alla rete pubblica. Medesimo contesto operativo, veniva deferita a piede libero B.Z.A. per il reato di ricettazione, poiché a seguito di perquisizione domiciliare veniva trovata in possesso delle targhe anteriori e posteriori di un autoveicolo di provenienza furtiva e T.E.S., 45 anni, per i reati di tentata truffa e ricettazione.

 Inoltre,  i Carabinieri appartenenti alla  Tenenza del luogo , in esecuzione dell’ordinanza di “carcerazione per l’espiazione di una pena detentiva in regime di detenzione domiciliare”, hanno tratto in arresto D.G., 59 anni. Il medesimo dovrà espiare pena residua di anni uno di reclusione poiché riconosciuto responsabile dei reati di truffa e falsità materiale.

Sempre a Rosarno (RC), un incendio di natura dolosa interessava l’autovettura Citroen c3, di proprietà P.C., 48 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


7 − = uno