La prima e vera ”Tarantella power’ è solo a Badolato. Lo ha sostenuto a gran voce il Presidente della Provincia, Wanda Ferro, nel presentare in conferenza stampa questa mattina il programma di ”Tarantella Power’ che dal 21 al 25 agosto farà rivivere l’antico borgo di Badolato con un ricco carnet di concerti, laboratori ed eventi collaterali. La kermesse rappresenta, secondo la Ferro, un esperimento capace di unire tradizione ed innovazione sotto il segno della qualità: ”Musica, gastronomia e cultura dell’accoglienza – ha detto – costituiscono gli ingredienti di una grande scommessa per la nostra terra che vuole mettere in mostra le proprie professionalità’. Il sindaco di Badolato, Giuseppe Nicola Parretta, ha quindi sottolineato che ”Badolato è stato il primo paese in Calabria – ha commentato – a dare ospitalità a centinaia di profughi. Oggi vogliamo far rivivere le antiche botteghe in termini nuovi e di sicuro interesse, tanto è vero che Badolato è considerata una delle 21 meraviglie d’Italia e rappresenta la Calabria tra gli eventi nazionali segnalati dal Sole 24ore’. Tarantella Power si aprirà venerdì sera a Badolato, alle ore 19, con la consegna del premio ”Il Mediterraneo che accoglie’, patrocinato anche dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, alle cittadinanze di Badolato, Riace e Lampedusa. Alla cerimonia saranno presenti il Prefetto di Catanzaro, Antonio Reppucci; il Presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti; il Presidente della Provincia di Catanzaro, Wanda Ferro; Luca Basile del FOCSIV, Teresa Melissari dell’Ufficio Migrantes e Daniela Trapasso del CIR. Carlo Piroso, presidente dell’Associazione ”Il Mediterraneo che Accoglie’, ha ribadito che il riconoscimento vuole evidenziare l’importanza del valore dell’accoglienza ancora più vivo in una regione dalle profonde radici culturali. Passando alla musica, il programma dei concerti prevede per il 21 agosto Erica Buettner e, a seguire, prima i Parafonè e poi i Mascarimirì. Il 22 agosto si esibiranno le Antiche Ferrovie Calabro-Lucane e i Kalàscima. Il 23 agosto sarà la volta di ”Etnopiano’ con Carmen Staiano e Ornella Cauteruccio mentre in serata si alterneranno i Totarella e il gruppo campano dei Sancto Ianne. Il 24 agosto si esibiranno Otello Profazio, i Loukritia e, direttamente da Londra, i Dhol Foundation, noti come i percussionisti di Peter Gabriel. Per il gran finale del 25 agosto l’Orchestra Popolare Calabrese, guidata dal maestro concertatore Danilo Gatto, ospiterà Simone Cristicchi. ”La nostra Orchestra riunisce musicisti di tutte le province ed appartenenti a gruppi di vario genere – ha detto Gatto -. Dopo il rock di Piero Pelù, ospiteremo un cantautore sensibile come Simone Cristicchi in un vero e proprio omaggio alla musica calabrese con brani di Rino Gaetano e del compianto Piero Cusato’. Il programma, illustrato da Antonio Critelli dell’associazione Arpa, prevede anche laboratori di canto e strumenti tradizionali, la ludoteca per i più piccoli, la mostra sul brigantaggio in Calabria a cura del maestro Umberto Falvo e il progetto ”Cantiere Aperto’ con il restauro didattico della tela della Madonna dell’Annunziata a cura della Sovrintendenza Regionale alle Belle Arti.

CatanzaroInforma.it – Domenico Iozzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


6 × nove =