Luigi+Tenco Sabato 5 ottobre in scena Nino Racco e il Piccolo Teatro Umano con “Ciao amore ciao”. Entra nel vivo la seconda parte della programmazione della residenza teatrale “MigraMenti – Poetiche del viaggio” a Badolato. Dopo aver chiuso la pausa estiva, riaperto le porte del teatro comunale del centro jonico con la nuova produzione, l’“Arlecchino Deucalione” firmato dal maestro Michele Monetta, concluso il workshop sul mestiere di costumista che ha visto la partecipazione in primavera di Alessandro Lai, e avviato il primo nuovo laboratorio sull’attore, con un altro maestro, il giapponese Hal Yamanouchi, MigraMenti si appresta a riprendere la consueta programmazione di spettacoli. La stagione “Sentieri calabresi” della residenza gestita dalla compagnia Teatro del Carro Pino Michienzi per l’Amministrazione comunale di Badolato – con direzione artistica di Luca Maria Michienzi e Anna Maria De Luca -, partirà sabato 5 ottobre, con Nino Racco e il Piccolo Teatro Umano che presenteranno lo spettacolo “Ciao amore ciao – Vita di Luigi Tenco” di e con Nino Racco, allestimento scenico di Antonella Iemma. La sezione Sentieri calabresi ritornerà il 25 ottobre con la compagnia Scena Nuda e la Residenza teatrale TeatReghion in “La partita”, spettacolo liberamente tratto da Aspettando Godot di Samuel Beckett e dalla Clownerie di Tristan Rémy. Si tratta di una produzione del 2013 di Scena Nuda insieme a Micro Teatro Terra Marique Cisbit, con la regia di Gennadi Nikolaevic Bogdanov, con Filippo Gessi, Claudio Paternò e Teresa Timpano. Il 23 novembre, la stagione teatrale proseguirà con Teatro Rossosimona in “Amore e stalking – Un viaggio all’inferno” di Lindo Nudo, con Francesco Aiello, Noemi Caruso, Paolo Cutuli, Stefania De Cola, Giusy Mellace, Francesco Votano. L’ultimo appuntamento dell’anno di Sentieri calabresi sarà con Teatro Del Carro e “Madrigale” di Luca Maria Michienzi da “Madrigale per fanfare e tamburi” composto da uno dei più grandi poeti calabresi d’adozione, Emilio Argiroffi, che andrà inscena sabato 14 dicembre e domenica 15.

Ma, in questa seconda parte del 2013, non mancherà l’appuntamento con le “Domeniche a teatro – Teatro per ragazzi e famiglie”, che tornerà domenica 13 ottobre, con inizio alle ore 17.00 con il Collettivo Progetto Antigone in “Parole e sassi – La storia di Antigone in un racconto laboratorio per le nuove generazioni”, con Renata Falcone, che ha vinto il premio Eolo Awards 2013 come Miglior Progetto Creativo. Il 10 novembre, sempre per “Domeniche a teatro” la compagnia Teatro del Carro proporrà, questa volta ai ragazzi, “Arlecchino Deucalione – Approdo in Magna Graecia”.

Nel corso della programmazione, poi, ci saranno anche due eventi speciali. Il primo sarà sabato 2 novembre con un reading poetico sulla memoria e gli affetti, “Il filo non è spezzato” di Teatro del Carro. Il reading sarà tenuto da Anna Maria De Luca con l’accompagnamento di un trio musicale. Il secondo evento sarà uno spettacolo di teatro danza per ragazzi e famiglie su coreografie di Arlyette Amador Calzado, “Schiaccianoci – Una favola jazz” portato in scena l’1 dicembre da Taekdance in collaborazione produttiva con la residenza MigraMenti, in cui la favola natalizia di Dumas verrà offerta su una base musicale curiosa e meno conosciuta, la jazz suite composta da Duke Ellington nel 1960.

L’attività di MigraMenti, che, ricordiamo, si inserisce nell’ambito del sistema regionale delle residenze teatrali della Regione Calabria, finanziate con i fondi dell’Unione Europea, non si limiterà solo agli spettacoli dal vivo: dopo il laboratorio con Yamanouchi, proseguiranno anche i workshop. Il prossimo previsto, la data è da definire, è con Francesco Suriano e avrà come oggetto uno studio del “Peer Gynt” di Ibsen.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


5 + = otto