Foto dal web
Foto dal web

GuardavalleWeb riceve e pubblica – Il primo cittadino: gesto concreto di solidarietà fra popoli, più forte di mille parole. Il sindaco del Comune di Placanica (Rc), Rocco Mario Clemeno, esprime apprezzamento per la decisione del Commissario straordinario all’emergenza rifiuti in Calabria, il governatore Giuseppe Scopelliti, di accogliere in Calabria una parte dei rifiuti campani.

«E’ un bel gesto di solidarietà tra istituzioni e popoli – afferma Clemeno – Tutti gli italiani oggi sono vicini ai popoli campani martoriati dal problema dei rifiuti, e quotidianamente esprimono questa solidarietà a voce. Ma decisioni come quelle del presidente Scopelliti hanno il pregio della concretezza, e valgono più di mille parole».

«La lunga fase di emergenza che anche la Calabria subisce ormai da anni, anche se con drammi minori di quelli campani – osserva il primo cittadino di Placanica – ci dà comunque consapevolezza dei disagi che il problema dei rifiuti, specie se affrontato male, può creare alle popolazioni, e quindi ci deve portare ad apprezzare ogni gesto pratico di aiuto, anche se rivolto a cittadini di un’altra Regione».

«Le istituzioni – continua Clemeno – devono lavorare insieme affinché regioni come la Campania e la Calabria possano uscire al più presto da situazioni di crisi. Per fare questo occorre mettere in pratica i piani regionali sui rifiuti che, per anni, a Napoli come a Catanzaro, sono rimasti in larga parte lettera morta».

«Anche Placanica, se possibile, farà la sua parte», dice il sindaco. «Nei giorni scorsi il sub commissario all’emerganza rifiuti, l’assessore regionale all’Ambiente Francesco Pugliano, ha chiesto ai comuni gesti di solidarietà pratica. Io, in qualità di sindaco di Placanica, ho già da tempo offerto la disponibilità a valutare la realizzazione di una discarica controllata di servizio nel territorio del comune che amministro, persuaso dalla consapevolezza che da una corretta gestione dei rifiuti possano derivare benefici per i cittadini e per l’ambiente».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


7 + = dieci