45Su delega del Sindaco Cateno De Luca, l’Assessore alla Cultura Enzo Caruso è stato ascoltato oggi dai microfoni della radio regionale campana Radio Marte, nella trasmissione “La Radiazza”, condotta da Gianni Simioli per ricordare i 40 anni dell’uscita nelle sale italiane del film “Ricomincio da Tre”, il 5 marzo 1981, e che segnò l’esordio alla regia di Massimo Troisi, attore, autore e filosofo pop tra i più grandi del Novecento napoletano.

In collegamento con l’Assessore Caruso, anche il consigliere regionale della Campania Francesco Emilio Borrelli e Umberto Parlagreco, il figlio dell’allora titolare del Cinema Garden, Gianni Parlagreco. Fu il produttore Fulvio Lucisano, presidente della Italian International Film, a scommettere sull’esordio cinematografico di Massimo Troisi.

Il film – nei ricordi di Umberto Parlagreco, contattato grazie ad Egidio Bernava – fu presentato in prima assoluta a Messina, quando altrove nessuno sembrava essere interessato; prima dell’uscita, infatti, gli esercenti non erano sicuri delle sue potenzialità perché si pensava che gli spettatori, da Roma in su, non lo avrebbero compreso.

Grazie alla lungimiranza di Gianni Parlagreco, che accolse la proiezione assumendosi il rischio d’impresa in tempi in cui il cinema italiano viveva una profonda crisi, e alla contemporanea partecipazione di Troisi a “Domenica In”, il film ebbe invece un successo inatteso, divenendo invece campione d’incassi della stagione 1980/81 con circa 15 miliardi di lire.

Qualche anno dopo, proprio nella sala cinematografica di Gianni Parlagreco, stessa sorte ebbe “Nuovo Cinema Paradiso” che vide a Messina il suo trampolino di lancio.

L’Assessore Caruso, intervistato ai microfoni di Radio Marte, nell’esprimere vivo compiacimento a nome del Sindaco e della Città per questa pagina di storia, che vede Messina compartecipe del successo del film, grazie ad un suo cittadino-imprenditore degno di merito, si è reso disponibile a nome dell’Amministrazione ad accogliere la richiesta per l’affissione di una targa commemorativa della ricorrenza e del particolare evento.

“Un grazie a Gianni Parlagreco – dichiara l’Assessore Caruso – per la sua passione e la sua capacità di ‘guardare oltre’, al di là di facili guadagni o di immediati successi, ma che ha saputo cogliere la genialità inizialmente incompresa di Troisi e che, dopo pochi anni, si rese protagonista del successo di un altro film proiettato al Cinema AURORA: “Nuovo Cinema Paradiso” di Tornatore. In quell’occasione, non rassegnandosi a vedere la sala vuota, decise di fare un’altra di quelle cose probabilmente uniche nella storia del cinema: si piazzò fuori dall’ingresso del suo cinema e placcò letteralmente i passanti invitandoli a vedere il film “facciamo una cosa – propose – intanto entrate a guardarlo gratis, se vi piace mi pagate alla fine”. Sono questi – conclude Caruso – gli esempi di cui abbiamo bisogno per rendere grande Messina”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


due + = 10