ROCCELLA JONICA (RC) – Il civico consesso cittadino, convocato in Municipio dal presidente Pasquale Vozzo, ha esaminato ed approvato nella seduta del 14 settembre scorso una serie di regolamenti e convenzioni relativi a servizi comunali, esprimendo parere favorevole anche in merito alla proposta di ridurre la tariffa dell’acqua potabile per gli utenti residenti nelle contrade interessate dalla presenza di arsenico nell’acqua e prendendo atto di una delibera della Corte dei Conti relativa al Bilancio consuntivo 2010.

In apertura di seduta è stato votato all’unanimità il rinvio del punto relativo all’approvazione preliminare del Piano strutturale associato.

Si è passato quindi alle determinazioni in merito alla delibera della Corte dei Conti n.88 del 15 giugno 2012 che ha rilevato delle criticità nell’esercizio finanziario consuntivo del 2010 (tra cui gli indici di deficitarietà strutturale dell’ente e debiti fuori bilancio).

Sul punto ha relazionato l’assessore al Bilancio Vittorio Zito che ha presentato le controdeduzioni ai vari rilievi mossi dalla delibera in questione da parte dell’organo di controllo.

“Prendiamo atto dei correttivi richiesti – ha spiegato Vittorio Zito – raccomandando agli uffici comunali preposti e agli organi amministrativi le iniziative più idonee per una gestione finanziaria dell’ente seguendo le indicazioni di virtuosità della Corte”.

Il punto in questione è stato approvato solo dalla maggioranza.

I consiglieri di minoranza presenti in sala, Giuseppe Manti, Francesco Scali e Francesco Muscolo, hanno scelto di astenersi.

L’assise municipale ha, quindi, approvato all’unanimità la convenzione di segreteria comunale tra il Comune di Roccella Jonica e il Comune di Benestare; l’approvazione dello schema di convenzione del servizio di Tesoreria comunale; la revoca della convenzione del servizio di Ragioneria tra il Comune di Roccella e quello di Placanica; il regolamento relativo alla Tosap ( la tassa sull’occupazione di suolo e aree pubbliche); il regolamento delle lampade votive cimiteriali.

Altro punto discusso ed approvato all’unanimità è stato quello relativo alla nuova convezione tra il Comune di Roccella e la “Jonica Multiservizi spa” che amplia la rete affidata con l’ aggiunta dell’area portuale e pone l’accento su maggiori standard di qualità dei servizi e sui nuovi obblighi da parte del concessionario, tra cui l’impegno, in caso di assunzioni, a procedere attraverso la stabilizzazione degli Lsu-Lpu utilizzati dal Comune.

In chiusura di seduta, il consiglio si è espresso in merito alla proposta di abbattimento del costo dell’acqua potabile per le zone interessate dalla presenza di arsenico.

Anche su questo tema, come in precedenza, ha relazionato l’assessore Vittorio Zito il quale ha spiegato che la riduzione del 50 per cento della tariffa prevista per l’uso dell’acqua potabile, riguarderà 180 utenti roccellesi (di cui 30 residenti e 150 proprietari di seconde case) delle contrade alimentate dalla sorgente “Finocchio” (tra cui Bosco Catalano e Sant’Onofrio).

Il punto è stato votato all’unanimità anche se il consigliere di minoranza Francesco Scali aveva proposto un’ulteriore riduzione della tariffa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


sette × 3 =