Si informano i cittadini di Reggio Calabria che venerdì 2 luglio 2021, presso il Parco Ecolandia, si è tenuto il secondo incontro tra Amministrazione comunale e Comitati di quartiere nell’ambito del programma di lavoro con incontri mensili,  richiesto dagli attivisti del MITI Unione del Sud e dai rappresentanti della Rete dei Comitati di quartiere.

Si precisa che il programma di lavoro in questione è stato aperto dall’Amministrazione comunale, dietro espressa richiesta degli attivisti del MITI UdS, anche agli altri Comitati non facenti parte della Rete dei Comitati di quartiere, al fine di garantire il diritto di partecipazione a tutti gli interessati.

Nell’incontro di venerdì 2 luglio, dopo un resoconto sullo stato di avanzamento degli interventi richiesti e sulle istanze in attesa di risposta, per singolo quartiere o frazione, la maggior parte dei rappresentanti dei Comitati di quartiere presenti, in veste anche di aderenti alla Rete dei Comitati di quartiere, ha chiesto l’attuazione di due punti fondamentali. In particolare:

1)      Considerata la petizione popolare depositata presso il Comune di Reggio Calabria, l’accelerazione delle attività di riconoscimento istituzionale della figura dei Comitati di quartiere in un Regolamento comunale che ne disciplini anche il funzionamento, nonché i diritti e doveri dei Comitati, in linea con l’articolo 8 del TUEL e le vigenti normative sulla partecipazione e trasparenza che vincolano l’azione delle Amministrazioni pubbliche.

Contestualmente si è manifestata la contrarietà al ripristino delle ex circoscrizioni politiche, mentre si è manifestato il favore al decentramento amministrativo degli uffici, in quanto i cittadini facenti parte dei Comitati rivendicano il dialogo diretto con gli amministratori per la programmazione e applicazione dei servizi sul territorio, senza passare da altri intermediari politici, diatribe tra fazioni partiche e cattive prassi che hanno prodotto l’attuale degrado.

2)      In attesa del sopraindicato Regolamento, i rappresentanti sopraindicati hanno chiesto che le istanze inoltrate agli Organi di governo, una volta smistate al dirigente compente o all’ufficio tecnico preposto, siano messe per conoscenza anche al presidente del Comitato di quartiere, quale autore e diretto interessato dell’istanza, affinché si possa avere immediata contezza dell’inizio del procedimento amministrativo e monitorarne lo stato di avanzamento, al contempo, in caso di eventuali criticità quali inerzia, inadempimenti, eccezioni normative, finanziarie, tecniche o altri fattori ostativi al procedimento, sarà possibile intervenire rapidamente per eventuali correttivi.

Oltre tali punti fondamentali, è stato chiesto anche una calendarizzazione più ampia degli incontri mensili, affinché non sia necessario inoltrare, di volta in volta, solleciti o istanze per la determinazione di data e luogo degli incontri.

Si altresì è richiesto che i prossimi incontri si possano svolgere in luoghi più centrali e idonei ad ospitare tutti i cittadini interessati o quantomeno garantire la diffusione mediatica degli incontri e la diretta streaming.

L’evento, caratterizzato anche da confronti accesi, si è concluso con l’impegno dell’Amministrazione comunale, dei rappresentanti della Rete dei Comitati di quartiere e della delegazione del MITI Unione del Sud, di proseguire il percorso partecipativo avviato.

A tal riguardo, al fine di dipanare la confusione sollevata da chi vorrebbe impedire l’innovazione degli strumenti partecipativi, si precisa che il ruolo del gruppo MITI UdS nel procedimento in questione, avviato anche con l’accordo e la supervisione della Prefettura di Reggio Calabria, è dovuto per i seguenti fattori:

– In qualità di promotore sul territorio comunale dell’informazione sulle norme e regolamenti sugli istituti di partecipazione popolare da circa 4 anni;

– In qualità di soggetto che fornisce assistenza sulla costituzione dei Comitati di quartiere, compreso la conformazione degli atti costitutivi e libri sociali, secondo le normative vigenti;

– Quale soggetto promotore e di coordinamento sul funzionamento della Rete civica dei Comitati di quartiere;

– Promotore sulla costituzione dei tavoli di lavoro partecipati tra Amministrazione comunale e Comitati di quartiere, nonché di consulenza e assistenza giuridica nelle fasi di dialogo amministrativo ed in quelle di attuazione degli interventi richiesti sul territorio;

– Promozione, elaborazione e deposito, insieme alla Rete dei Comitati di quartiere, della petizione popolare con un disegno normativo per l’istituzione di un Regolamento comunale sui Comitati di quartiere e territoriali, in linea con le vigenti normative;

In forza di quest’ultimo punto, si informa la collettività che venerdì 9 luglio si terrà la prima seduta in Commissione consiliare competente per la discussione sul disegno normativo presentato per l’istituzione dei Comitati di quartiere del bilancio partecipativo. Inoltre si è espressamente richiesto che i Comitati di quartiere vengano riconosciuti apartitici e slegati dalla carica dell’organo di governo politico, contrariamente a quanto riportato dalle precedenti previsioni o dal ruolo delle vecchie circoscrizioni politiche.

In ragione di quanto riportato, una volta emanato il Regolamento comunale sul riconoscimento istituzionale dei Comitati di quartiere, il MITI Unione del Sud cesserà automaticamente il ruolo di assistenza giuridica-amministrativa della Rete dei Comitati di quartiere in quanto vi sarà una procedura  istituzionale per la tutela giuridica di tutti i Comitati di quartiere che intendono procedere legalmente, operando per diritto e senza concessioni di favori o cattive prassi.

Per il gruppo del MITI Unione del Sud, dott. Fabio Putortì

Si riporta l’elenco dei Comitati che attualmente fanno parte della Rete dei Comitati di quartiere:

–        Comitato di quartiere Ferrovieri-Pescatori :                               comitatoferrovieripescatorirc@gmail.com

–        Comitato di quartiere Viale Calabria-Viale Palmi :                    comitato.vialecalabriapalmi@gmail.com

–        Comitato di quartiere Santa Catarina-San Brunello :                                                                                                              comitato.santacaterinasanbruno@gmail.com

–        Comitato di quartiere di Vito :                                                       comitato.vito@gmail.com

–        Comitato di quartiere di Pietrastorta :                                                                                                                                   comitatoquartierepietrastorta@gmail.com

–        Comitato di quartiere di Mortara :                                                comitatoborgomortara@gmail.com

–        Comitato di quartiere di Tremulini :                                      comitato.quartieretremulini@gmail.com

–        Comitato di quartiere di Croce Valanidi-Oliveto:     comitatocrocevalanidioliveto@gmail.com

–        Comitato di Modena-S.Spersato-S.Giorgio :                                                                                                                                 comitatomodenassperatosgiorgio@gmail.com

–        Comitato Rione Marconi-Sbarre :                                                 comitatorionemarconi.sbarre@gmail.com

–        Comitato Diramazione Lombardo :                                              comitatodir.lombardo@gmail.com

–        Comitato di quartiere San Giovannello-Eremo :                      comitquart.sangiovannelloeremo@gmail.com

–        Comitato di quartiere Curduma Trapezi :                                    comitatocurduma@gmail.com

–        Comitato di quartiere pro Sala di Mosorrofa :                           comitatosaladimosorrofa@gmail.com

–        Comitato di quartiere di Mosorrofa :                                           comitatoquartieremosorrofa@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× 3 = venti uno