Ieri mattina le Volanti della Questura sono state allertate dalla Sala Operativa per concorrere alle ricerche di un giovane reggino che nel rientrare a casa, dopo una serata con amici, era caduto in un terreno provocandosi un trauma ad una gamba tale da non consentirgli di alzarsi. Il giovane, nonostante il trauma, era riuscito a telefonare ad un parente dicendo di essere ferito e di non sapere descrivere precisamente dove si trovasse. Per una più efficace e rapida ricerca, la Sala Operativa ha richiesto l’ausilio dell’elicottero del V° Reparto Volo della Polizia di Stato e coinvolto l’Arma dei Carabinieri. Contattato dal personale dell’UPGSP il ragazzo, ancora molto scosso non riusciva a dare indicazioni precise per poter essere localizzato. L’attività svolta dalle Forze dell’Ordine ha comunque consentito di restringere il campo di ricerca alla zona del Ponte del Calopinace ed infatti, nei pressi del CeDir, le Volanti Nibbio dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura hanno localizzato la vittima in un terreno delimitato da un muro di circa 10 metri. Il ragazzo, che aveva trascorso la nottata in quel luogo, veniva trasportato presso il Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria e sottoposto ad intervento chirurgico. La sinergia messa in campo dalle forze dell’ordine reggine e l’impegno profuso da tutti gli equipaggi impegnati in servizio di controllo del territorio ha consentito di ottenere un ennesimo positivo risultato. Offrire ausilio e soccorso a chi si trova in difficoltà è una delle mission della Polizia di Stato, un impegno quotidiano a favore dei cittadini.

Reggio Calabria, 1° luglio 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


5 + = otto