Nota diffusa da  Ginnastica Ritmica Restart: <<Dopo una situazione difficile vissuta a causa della pandemia legata al Covid-19, per la società di ginnastica ritmica Restart, quest’anno, si è potuto anche ripartire con il corso Special, dedicato alle ginnaste con “bisogni educativi speciali”. Il corso da anni nei pensieri della direttrice tecnica Marilena D’Arrigo e del suo staff ha preso forma nel 2018 come progetto sperimentale guidato dalla Logopedista e istruttrice Federale di ginnastica ritmica Dott.ssa Ylenia Albanese presso gli spazi gentilmente concessi dall’Associazione Piccola Opera Papa Giovanni Onlus.
Il progetto nato con lo scopo di consentire a tutte le bimbe anche quelle con disabilità motorie, intellettive e psico-sociali di poter frequentare dei corsi di ginnastica ritmica si è posto come obiettivi: l’integrazione con i pari, il coperative-learning in un contesto di squadra e lo sviluppo psico-motorio personalizzato sulla base delle capacità e delle competenze di ogni individuo.
Progressivamente, anno dopo anno, il Corso Special di ginnastica ritmica, così denominato, si è arricchito nonostante le difficoltà riscontrate durante il percorso, tra queste in primis la pandemia.
Ad oggi la Restart riserva il massimo della professionalità a questo corso che vanta il coordinamento e la gestione dello stesso da parte della Dott.ssa Ylenia Albanese, sopracitata e motore dell’iniziativa, e della psicologa e psico-terapeuta Giulia Cugliandro. Entrambe istruttrici di ginnastica ritmica, professioniste nel sanitario, e in costante formazione nel campo della “disabilità e dello sport”.
Il corso previdente due incontri settimanali della durata di un’ ora viene tenuto in piccoli gruppi misti per capacità e competenze e pone le sue fondamenta nella collaborazione tra pari: bimbe senza disabilità divengono partner e guida per bimbe con disabilità in un’ottica di collaborazione e mutuo aiuto.
Tra le finalità pratiche che la società si pone di contribuire a raggiungere, il potenziamento della capacità motoria, psicologica e relazionale-comunicativa si è aggiunto quest’anno la gestione del confronto con l’altro attraverso una sana competizione e la considerazione di sé in termini di autostima.
A tal fine la ASD Ritmica Restart ha preparato le sue atlete alla partecipazione alla loro prima gara di ginnastica ritmica: Il Gran Premio Regionale CSI tenuto lo scorso 27 Marzo presso il Palacolor di Pellaro. Le ginnaste che hanno preso parte all’evento sono state: Martina Rottura, Alice Benedetti, Elisa Macheda, Caterina Maria Fotia, Greta Pellicanò, Alessia Surace, Giorgia Laurendi e Giulia Calarco. Queste dopo una brillante esibizione con i percorsi motori si sono cimentate in gare individuali e a coppie di ginnastica ritmica.
Entrando nello specifico nella categoria Ragazze, Giorgia Laurendi è stata la prima classificata al cerchio. Primo posto al cerchio anche per Giulia Calarco, nella categoria Junior, mentre nella categoria esordienti sul primo gradino del podio ha brillato la coppia composta da Caterina Maria Fotia ed Elisa Macheda. Spiritosa e coinvolgente anche la coppia formata da Greta Pellicanò e Alice Benedetti, vittoriosa nella Prima Categoria. Tutte le atlete hanno avuto accesso alle finali nazionali che si terranno a Lignano dal 9 al 15 Maggio.
La speranza è che questa esperienza apra la strada a nuovi percorsi e che il mondo dello sport possa diventare sempre più accessibile a tutti attraverso una formazione adeguata nel settore sia di dirigenti che di allenatori e di eventi atti a sensibilizzare su questa tematica.