I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile hanno sequestrato quattro etti di hashish in conclusione di un servizio coordinato finalizzato al controllo del territorio nel contrasto allo spaccio e al traffico di stupefacenti. Avendo riscontro da una precedente attività della Compagnia Carabinieri di Vittoria i cui militari avevano sequestrato due etti di hashish in contrada Randello e arrestato un tunisino, la Compagnia Carabinieri di Ragusa ha disposto un servizio a largo raggio tra le contrade di Randello e Braccetto – a cavallo tra i comuni di Santa Croce Camerina e Ragusa – dove, tra canneti e macchia mediterranea, avvengono traffici di sostanze stupefacenti, soprattutto hashish, venduti a buon mercato da nordafricani, spesso clandestini, che si nascondono tra gli arbusti.

 Nel corso del servizio, durante il rastrellamento di una pineta, il cane antidroga è apparso molto agitato ma non era in grado di indicare il punto esatto dove cercare, sicuramente a causa dell’abbondante acquazzone appena terminato. È quindi intervenuto l’artificiere che, cercando in un raggio di alcuni metri ha riscontrato la presenza di metallo sotto terra. Scavando per circa 20 centimetri è venuto alla luce un vaso di vetro con tappo metallico, di quelli utilizzati per le conserve sottovuoto, al cui interno erano custoditi quattro panetti di hashish del peso di un etto ciascuno, per totali quattrocento grammi di droga.