I volontari Aisla dell’Associazione Socio Culturale e di Volontariato Guardavalle Online aderiscono alla quinta giornata nazionale SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica),”Quello Buono” sostiene la ricerca.

Coordinati dall’infermiere professionale Giovanni Montepaone, referente AISLA, i volontari saranno presenti a Guardavalle Marina in piazza Stazione Ferrovie dello Stato domenica 07 Ottobre 2012 dalla ore 08:00 alle ore 20:00. L’AISLA Onlus (Associazione Italiana Sclerosi laterale Amiotrofica) sarà presente in oltre 100 piazze italiane (il doppio rispetto all’edizione 2008) grazie a centinaia di volontari, per promuovere la campagna di sensibilizzazione e di raccolta fondi “Quello buono” sostiene la ricerca a favore di un progetto di counselling per il paziente con la SLA. In ognuna di esse i volontari AISLA distribuiranno una bottiglia di vino Barbera d’Asti DOCG, creata per l’occasione in edizione limitata a fronte di un contributo minimo di 10 euro e saranno a disposizione per fornire informazioni sull’attività dell’Associazione.

Il progetto sostenuto è lo studio biennale volto ad elaborare un modello di couselling clinico-genetico specifico per il paziente con grave malattia neurodegenerativa come la SLA,non escludendo ulteriori possibili applicazioni ad altre malattie neuromuscolari.Inoltre,lo studio permetterà di aumentare e migliorare i dati clinici e genetici raccolti in un database dedicato utile per la ricerca delle correlazioni tra modalità di espressione della malattia (modalità di esordio,aggressività,velocità di progressione,tipo di diffusione,etc.) e i risultati genetici ottenuti.Il coordinamento del progetto sarà affidato al dottor Massimo Corbo del centro clinico NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) presso l’ospedale Niguarda Ca’ Granda,centro dedicato allo studio e alla cura delle Malattie Neuromuscolari).

Dal 30 settembre al 14 ottobre 2012,inoltre,con un SMS SOLIDALE o con una chiamata del valore di 2 o 5 euro al numero 45505 sarà possibile dare un ulteriore contributo.Il contributo sarà:

  • 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari Tim,Vosafone,Wind,3,PosteMobile,CoopVoce,Tiscali e Nòverca;
  • 2 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa TWT;
  • 2 o 5 euro per ciascuna chiamata fatta sempre al 45505 da rete fissa Telecom Italia,Infostrada,Fastweb e tiscali.

PER INFO: Giovanni Montepaone, infermiere professionale c/o Repato di Riabilitazione dell’ospedale di Chiaravalle Centrale, referente AISLA.

Cell:3389986967. E.mail: giannino.montepaone@libero.it. – www.aisla.it.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


− sette = 1