Sono diciassette le Regioni che hanno trasmesso al Dipartimento informazioni sulla pianificazione comunale. Prosegue la ricognizione avviata dal Dipartimento della Protezione Civile per conoscere quanti e quali Comuni italiani hanno un piano di emergenza, in base ai dati forniti dalle Regioni e dalle Province Autonome.

Rispetto all’ultimo aggiornamento, pubblicato lo scorso 10 gennaio, tre nuove Regioni – Basilicata, Lombardia e Molise – hanno inviato al Dipartimento i dati sulla pianificazione comunale.

Hanno trasmesso le informazioni di dettaglio relative ai Comuni che hanno il piano: Basilicata, Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Toscana, Umbria e Valle d’Aosta.

Abruzzo, Calabria, Campania e Veneto, invece, hanno fornito solo i dati riepilogativi a livello regionale, mentre il Friuli-Venezia Giulia ha trasmesso al momento, solo l’elenco dei Comuni che hanno individuato le aree di emergenza.

Nel dossier dedicato alla pianificazione comunale di emergenza – periodicamente aggiornato in base ai dati inviati dalle Regioni e dalle Province Autonome – è disponibile un quadro riepilogativo e sono consultabili gli elenchi dei comuni dotati di piano.

In una fase successiva a questa prima attività di ricognizione saranno raccolte tramite Regioni e Province Autonome ulteriori informazioni di dettaglio: anno di elaborazione e aggiornamento dei piani, scenari di rischio presi in considerazione, rispondenza alle linee guida regionali e modalità di informazione ai cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


due − = 1