Attacco del Città di MilazzoUn pareggio, che è servito di più alla Santangiolese nell’avere rafforzato la sua quarta posizione in classifica nella previsione playoff che al Città di Milazzo nella speranza di agganciare la vetta a tre giornate dal termine della stagione regolare nel torneo di Promozione. Gli ospiti hanno mostrato peraltro in ampi tratti della gara di essere dominatori del campo per effetto delle loro giocate di prima, dei fraseggi e delle ripartenze fulminee. La partita è stata avvincente e piena di vitalità con un Città di Milazzo, che ha accusato i primi segnali di stanchezza in un campionato nel quale i suoi calciatori non si sono risparmiati ed hanno profuso tutte le loro forze per raggiungere l’obiettivo. Dopo una fase di studio iniziale, si è notato che le manovre rossoblu si trovavano imbrigliate nel reticolato ordito dai biancoazzurri ospiti, ben sistemati in campo dal loro trainer Palmeri, che con un 4-5-1 ha creato i presupposti per contenere le folate offensive ed agire in contropiede. I rossoblu di casa sono apparsi frastornati nel primo tempo, mentre nel secondo tempo la compagine ha mostrato maggiore capacità offensiva con i centrali Parisi e Dall’Oglio, i quali di testa hanno cercato per mezzo dei molti cross di servire gli esterni Salmeri e Fleri, nonostante i difensori abbiano più di una volta mostrato molta incertezza dinanzi ai contrattacchi ospiti. La Santangiolese è a tutti gli effetti la matricola terribile del campionato: ha fatto pressing a centrocampo con razionalità ed è micidiale con le ripartenze.

Durante il primo tempo la prima azione si è manifestata al 10’ con l’esterno rossoblu Bartuccio, che calcia fuori area un tiro angolato, ma il bravo Lamonica, portiere ospite,respinge fuori di piede. Dopo quattro minuti Rizzo, giovane mediano rossoblu, perde la sfera a centrocampo e Pizzuto ne approfitta per impegnare in una bella parata l’esordiente portiere mamertino Catalfamo. Nella ripresa il Città di Milazzo sembra essere tonico ed aumenta il ritmo delle sue offensive. Al 60’ Maisano, entrato qualche secondo prima al posto di Bartuccio, è palesemente atterrato in area, ma per l’arbitro non è rigore. Sul rinvio passa in vantaggio la Santangiolese: all’80’ perde un contrasto a centrocampo un difensore mamertino, scatta micidiale la ripartenza dei santangiolesi e Gullà insacca la sfera del tutto libero davanti alla porta del C. di Milazzo. Sei minuti dopo tuttavia perviene il pareggio milazzese: su una punizione da poco fuori area di rigore avversaria il capitano Alosi trova il sette della porta difesa da Lamonica. Il resto dell’incontro non offre spunti particolari per cui il risultato di parità rappresenta molto equo per un incontro molto bello per tattica e forza agonistica.

CITTÁ DI MILAZZO – SANTANGIOLESE 1-1

CITTÁ DI MILAZZO:Catalfamo, Salmeri, Fleri, Rizzo, Dall’Oglio, Parisi, Bartuccio (60’ Maisano), Alosi, Rasà (64’ Mangano), Cariolo, Micale ( 76’ D’Angelo). All. Accetta

SANTAGIOLESE: Lamonica, Ricciardo, Faustino, Pintaudi F., Letizia, Librizzi (73’ Mantegna), Tranchita, Arasi, Pizzuto (65’ Regina), Gullà (90’ Pintaudi T.), Bruno. All. Palmeri

Arbitro: Maugeri di Acireale

RETI: 80′ Gullà, 86′ Alosi

Ammoniti: Fleri e Rasà per il C.di Milazzo; Letizia per la Santangiolese

 Foti Rodrigo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


1 + = dieci