Rete di Mangano (Città di Milazzo)Ci sono voluti i tempi supplementari affinché il Città di Milazzo avesse ragione di una coriacea Santangiolese, abile a chiudere tutti gli spazi ed insidiosa nelle ripartenze. Dopo i minuti iniziali, improntati allo studio delle reciproche tattiche, i padroni di casa cominciano ad assumere l’iniziativa del gioco, obbligando al 9’ Lamonica ad una parata in due tempi su una doppia conclusione di Mangano. Al primo quarto d’ora un’azione di Salmeri sulla fascia destra serve D’Angelo, che dal limite fa partire un tiro infrantosi sul muro biancoazzurro. Al 26’ Bartuccio crossa dalla sinistra per la testa di Mangano, che tira la palla alta sulla traversa. La Santangiolese si fa vedere al 42′ con Gullà dal limite dell’area di rigore calcia ampiamente a lato.

Rete della SantangioleseI mamertini terminano la prima frazione in attacco senza tuttavia concretizzare nitide occasioni da rete. Al 52’ della ripresa un cross per Mangano, che con una straordinaria deviazione di tacco scheggia la traversa e termina sul fondo. Al 60’ è la Santangiolese con Gullà ad intercettare Spinella, che controlla, ma perde tempo nella realizzazione e Salmeri chiude il varco verso la rete. Quattro minuti dopo è Maisano a carezzare il gol con un pericoloso traversone da sinistra, che colpisce l’incrocio dei pali.

Attacco del Città di Milazzo

Il Città di Milazzo cerca di sfruttare i pochi spazi ed al 72’ un raid centrale di Cariolo estingue l’azione in corsa a fil di palo. Al 77’ Mantegna ruba palla a Parisi e serve Gullà, ma Bucca sventa il tutto. All’80 D’Angelo subisce fallo e Salmeri reagendo viene espulso dall’arbitro obbligando i suoi a giocare la residua parte del match in dieci uomini. Il pressing finale dei rossoblu di casa è sterile e le due compagini si trovano costrette a disputare ulteriori trenta minuti di extra time.

 Attacco della SantangioleseI biancoblu nebroidei si mostrano più pimpanti, ma al tempo stesso poco incisivi sotto la porta avversaria. Il Città di Milazzo continua a giocare senza il condizionamento dell’inferiorità numerica: infatti, al 100’ su punizione dalla distanza di Alosi, la parata insicura di Lamonica favorisce il tap-in di Mangano il quale ribadisce in rete da due passi. Gli ospiti non riescono a preoccupare Bucca, mentre il Città di Milazzo tenta al 119’ con una botta da oltre 20 metri di Alosi, che non centra la porta. Nel finale qualche scaramuccia fra le due squadre, le quali hanno sempre mantenuto un comportamento vicendevolmente corretto. Il Città di Milazzo s’avvicina alla finale ed attenderà il suo prossimo avversario, che sarà la squadra sconfitta dallo spareggio per l’ingresso diretto in Eccellenza fra Sporting Taormina e Castelbuonese, che si scontreranno domenica 27 aprile allo stadio “D’Alcontres” di Barcellona P.G.

CITTÁ DI MILAZZO-SANTANGIOLESE 1-0 (dts)

Città di Milazzo: Bucca, Salmeri, Maisano, Rizzo, Dall’Oglio, Parisi, Bartuccio (71’ Fleri), D’Angelo (93’ st Micale), Rasà (46’ Cariolo), Alosi, Mangano. All.: Giunta

Santangiolese: Lamonica, Ricciardo, Faustino, Pintaudi F. (65’ Arasi), Pintaudi T., Letizia, Tranchita, Spinella, Mantegna (86’ Pintaudi S.), Gullà, Truglio (104’ Palmeri M.). All.: Palmeri F.

Rete: 100’ Mangano

Arbitro: Gambino di Palermo

Assistenti: La Rocca e Lo Presti di Messina

Ammonizioni: Rizzo, Dall’Oglio, Bartuccio, Cariolo (CdM), Faustino (S)

Espulso: 80’ Salmeri

Foti Rodrigo