La Regione Calabria, anche se con ritardo e con risorse insufficienti, ha provveduto a fine giugno ad approvare il Bando del POR Calabria FESR denominato “Case accessibili”. Attraverso il bando 5.220.000 di euro sono a disposizione dei Comuni per finanziare sia gli interventi per l’eliminazione delle barriere architettoniche che quelli riguardanti la domotica e le soluzioni tecnologiche per il miglioramento della qualità della vita. I destinatari degli interventi sono i disabili gravi che, alla data di presentazione della domanda abbiano residenza anagrafica negli immobili interessati dall’intervento. I destinatari potranno essere anche i soggetti che esercitano la tutela, la potestà ovvero l’amministrazione di sostegno dei soggetti disabili. Per tali soggetti non è richiesta necessariamente la residenza anagrafica nell’immobile interessato dall’intervento. Gli interventi possono riguardare le abitazioni private ubicate presso gli edifici residenziali privati e presso gli edifici residenziali pubblici sovvenzionati e agevolati. Per la realizzazione degli interventi possono essere concessi contributi per un importo non superiore ad 25.000,00 € iva inclusa in base al Reddito ISEE del nucleo familiare di appartenenza. Ci impegnamo a vigilare affinché tutti i Comuni del comprensorio provvedano a pubblicare gliappositi bandi di adesione, visto che le domande devono essere presentate entro e non oltre l’8 settembre 2011. Cgil e Sunia del comprensorio di Reggio Calabria – Locri, nel ribadire la disponibilità a fornire ogni utile servizio di informazione, consulenza e assistenza nella predisposizione delle domande, invitano gli aventi diritto a recarsi presso gli sportelli Sunia ubicati nelle sedi Cgil del comprensorio.

Fonte: ilfattoonline.com