Com’è avvenuto per il “Vivarium”, anche per il premio “Alda Merini” l’Accademia dei Bronzi e la casa editrice Ursini assegneranno un premio speciale ad un artista che avrà interpretato nel migliore dei modi il pensiero e l’opera poetica della “poetessa dei Navigli”.

Tema delle opere dovranno essere quindi le sue liriche, i suoi libri di narrativa, il suo modo di interpretare il dolore, l’amore, la religiosità, la malinconia, intesi come mezzo di riscatto e di gioia.

“Poesia e pittura, quindi, – sostiene Vincenzo Ursini, presidente dell’Accademia dei Bronzi – si integrano e si compenetrano diventando una cosa sola, perché chi scrive poesie è certamente un “artista” della parola e chi dipinge produce grandi risultati soprattutto quando nel suo animo è presente una marcata componente poetica”.

Per aderire al concorso, aperto a tutti i pittori italiani, basterà inviare, via mail all’indirizzo premioaldamerini@libero.it, un’opera pittorica figurativa ispirata ad Alda Merini (il riferimento alla poetessa dovrà essere evidente) delle dimensioni minime 50×70, entro il 20 marzo 2012. Non è prevista alcuna tassa di partecipazione.

L’opera migliore, valutata ad insindacabile giudizio dalla stessa commissione esaminatrice, rimarrà di proprietà dell’Accademia dei Bronzi che la utilizzerà per iniziative promozionali. All’artista prescelto sarà quindi assegnato un importante riconoscimento nel corso della manifestazione conclusiva programmata per il mese di aprile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


cinque × = 30