Foto dal webSe non è record poco ci manca: si è esaurita in meno di 12 minuti la durata della seduta del Consiglio comunale convocata su diciotto punti all’ordine del giorno. Nonostante pochi minuti prima che avessero inizio i lavori, un consigliere di minoranza avesse provveduto ad avvisare il sindaco del ritardo del consigliere d’opposizione Domenico Cirillo, sovvertendo una consuetudine consolidata da decenni (secondo la quale, viene concessa un’ora di tolleranza ai ritardatari), e più volte utilizzata dalla stessa maggioranza, la seduta è stata aperta alle 19,11 e si è conclusa alle ore 19,23. Approvati, in pochi minuti e con i soli voti della maggioranza, il Bilancio di previsione esercizio finanziario 2011, il Bilancio pluriennale 2011-2013, il Programma triennale delle opere pubbliche, la realizzazione di una rete civica Adsl in wi-fi. Dura presa di posizione dei tre consiglieri di opposizione: «Attraverso Franco Clemeno, consigliere del nostro gruppo “Movimento solidale” – spiega Domenico Cirillo – avevo provveduto ad avvisare il sindaco del mio ritardo, ma quando alle ore 19,35 sono giunto nella sede comunale, sono stato informato che il civico consesso era terminato. Sono indignato perché non è stato tutelato il mio ruolo istituzionale, anzi, sono stato anche deriso, alla presenza delle forze dell’ordine, da qualche esponente della maggioranza. È chiaro che mi attiverò con tutti i mezzi legali per garantire le prerogative della minoranza nell’ottica della necessaria dialettica democratica». Da parte sua, il sindaco Mario Rocco Clemeno ha dichiarato: «Le opere pubbliche che verranno realizzate, a partire dal 2011, saranno oggetto di apposita conferenza stampa, affinché un tema così importante possa essere conosciuto da tutta la cittadinanza, garantendone la massima divulgazione».

Gazzetta del Sud del 23.04.2011 – Imma Divino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


9 × = cinquanta quattro