Nella giornata di ieri i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Petilia Policastro hanno rinvenuto e salvato da morte certa quattro bellissimi cuccioli meticci, ritrovati all’interno di un cassonetto dell’immondizia letteralmente sommersi da buste di plastica e totalmente zuppi d’acqua per la incessante pioggia.

 L’attenzione dei militari era stata richiamata da un passante che aveva sentito dei guaiti provenire da un cassonetto sulla S.P. 58 a Petilia: i militari in un primo momento non notavano nulla, in considerazione del fatto che il cassonetto era praticamente colmo di buste di immondizia, per poi scorgere un piccolo cucciolo che cercava con grandi difficoltà di respirare facendosi spazio tra i rifiuti. Immediatamente i Carabinieri provvedevano a svuotare integralmente il cassonetto vedendo spuntare a poco a poco i quattro cuccioli, probabilmente partoriti della stessa giornata.

 I militari decidevano quindi di effettuare un momentaneo rientro in Caserma al fine di reperire una persona adatta a provvedere ai quattro malcapitati animali.


Qui veniva allestita alla buona una nursery per cani : alcuni militari fuori servizio hanno provveduto ad asciugare i cuccioli con degli asciugamani, rifocillarli con del latte somministrato attraverso delle siringhe e acceso una stufa per farli riprendere dal freddo gelido patito.

 Contemporaneamente i colleghi in servizio provvedevano a contattare il Comune di Petilia, il quale in collaborazione con un veterinario del posto in serata ha provveduto ad una sistemazione sicura e decorosa per i quattro cuccioli presso la campagna di un agricoltore.

 L’episodio sgradevole di ieri dell’abbandono dei cani, segue di qualche settimana il pessimo precedente della notte di Capodanno allorché nella Frazione di Pagliarelle ignoti avevano sparato alla testa colpi d’arma da fuoco nei confronti di due innocui cani randagi, peraltro da tempo di fatto adottati dalla comunità del posto.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


quattro + 2 =