Aveva percepito indebitamente dall’INPS oltre 72.000,00 euro di pensione ma è stata scoperta dai Carabinieri. Si tratta di una donna di Patti alla quale è stato notificato un avviso di garanzia per il reato di truffa aggravata e continuata ai danni dello Stato.

I militari hanno accertato che sin dall’anno 2003, dopo aver ottenuto il riconoscimento della «cecità assoluta con indennità di accompagnamento», percepiva regolarmente dall’INPS una pensione di invalidità civile di oltre 1.000,00 euro al mese.

Dai filmati effettuati dai Carabinieri nel corso di specifici servizi di osservazione, è emerso come l’indagata, oltre a svolgere le normali e quotidiane mansioni di vita, quali attraversare tranquillamente strade od incroci senza l’ausilio di alcun mezzo per non vedenti, in totale piena autonomia. Al termine dell’attività investigativa, i Carabinieri hanno dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro preventivo di beni immobili e disponibilità finanziarie riconducibili all’indagato, emesso dal GIP del Tribunale di Patti, per un valore complessivo di circa 72.000,00 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× 2 = diciotto