(Immagine dal web)

Ottocento euro. Era il prezzo della patente nautica a Catania: bastava rivolgersi a un’organizzazione che, dietro il pagamento, metà prima della prova e il resto all’ottenimento del documento, garantiva il superamento dell’esame. 07/05/2011 – Ottocento euro. Era il prezzo della patente nautica a Catania: bastava rivolgersi a un’organizzazione che, dietro il pagamento, metà prima della prova e il resto all’ottenimento del documento, garantiva il superamento dell’esame. E’ uno dei particolari dell’inchiesta della Procura della Repubblica culminata nell’arresto, per corruzione, di un ufficiale della Capitaneria di porto di Catania, eseguito da suoi colleghi, e del capo della presunta organizzazione. Il Gip ha disposto anche arresti domiciliari e obbligo di firma per altri otto dei 20 indagati complessivi. Sono state le indagini della sezione di polizia giudiziaria della Guardia costiera Catania a permettere di svelare la corruzione. I particolari dell’operazione saranno resi noti alle 12 nella sala conferenze della Procura di Catania.

 

Gazzetta del Sud

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


4 + nove =