Sulla dichiarazione del Sindaco milazzese Pippo Midili, che ieri l’altro, durante la seduta di Consiglio comunale, ha affermato che “la mafia e gli ambientalisti abbiano lo stesso obiettivo”, è intervenuta la Consigliera comunale pacese Angela Bianchetti, la quale ha rilasciato la seguente nota: “Mi sento offesa come ambientalista, come mamma della Valle del Mela, che lotta contro il tumore, e donna delle istituzioni. Noi ambientalisti difendiamo la salute pubblica e l’ambiente e contrastiamo la mafia, anche quella dei colletti bianchi mettendoci la faccia e la firma. Il Sindaco di Milazzo ad oggi non ha messo in atto nessuna azione a tutela della salute dei cittadini, nonostante rivesta il ruolo di massima autorità sanitaria locale; anzi, in sede ministeriale, nel riesame sui serbatoi della Raffineria, non ha tutelato il suolo, le falde ed il mare. – continua Bianchetti – Midili dovrebbe avere il coraggio di riferire pubblicamente nomi e cognomi e spiegare fatti e circostanze. La sua affermazione è di una gravità inaudita. Non posso accettare tale accostamento e chiederò l’intervento delle istituzioni preposte affinché facciano luce su tale dichiarazione. Nella stessa seduta il Sindaco di Milazzo si è dichiarato a favore dell’inceneritore. Fino a qualche mese fa affermava la sua contrarietà alla sua realizzazione, un cambio di opinione dovuto possibilmente alla vicinanza politica con il Presidente della Regione Musumeci. Ormai è diventata consuetudine: i cambi di opzione del Sindaco Midili sono all’ordine del giorno”.

Foti Rodrigo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


− uno = 4