Immagine dal web

Ieri la sede dell’ “Unione dei Comuni” era eccezionalmente aperta per lo svolgimento delle audizioni previste per la costituzione dell’orchestra giovanile. Nell’atrio e nella sala riunioni tanti giovani musicisti erano in attesa della prova che avrebbero svolto davanti al maestro Francesco Menniti, alla maestro Miriam Aiello ed al maestro Giovanni Valentino. C’erano in parata, pronti all’uso, violoncelli, trombe, sax, flauti, controfagotti, violini. Quaranta sono stati i candidati esaminati e domenica prossima ci sarà la seconda e conclusiva audizione. In totale le domande presentate sono state 86, un numero sorprendente a riprova dell’entusiasmo e della condivisione suscitati da questo straordinario progetto. Non bisognerà aspettare tempi lunghissimi per vedere all’opera gli orchestrali che saranno operativi e pronti alle prime esibizioni già per l’estate. In questa prima selezione, infatti, tutti questi giovani musicisti hanno dimostrato di non essere alle prime armi potendo vantare alcuni anni di studio al Conservatorio. Nella prossima audizione, invece, verranno scelti quelli con meno esperienza che, prima di entrare nei ranghi orchestrali, potranno frequentare corsi di approfondimento per migliorare ed ampliare il bagaglio musicale. L’ente, da parte sua, una volta concluse le audizioni passerà alla seconda fase del progetto consistente nella partecipazione ai bandi regionali previsti dalla legislazione regionale finalizzati all’accesso ai finanziamenti specifici per la prosecuzione dell’iniziativa. (m.r.)

Gazzetta del Sud del 23 maggio 2011

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× 4 = venti quattro