foto-1-5Il 28 ottobre 2017, ad Oppido Mamertina (RC), i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto Z. Cosmo classe ’87 e il fratello Z. Rocco classe ’84 – nipoti di P. Domenico classe ‘43, ex latitante  – accusati di resistenza, minacce e violenza a pubblico ufficiale.

Nel corso di un consueto servizio di controllo alla circolazione stradale, una pattuglia dell’Arma di Oppido Mamertina hanno intimato l’alt a Z. Rocco, che in quel momento utilizzava un cellulare mentre era alla guida del proprio veicolo. Verosimilmente preoccupato per la sanzione e la decurtazione di punti sulla patente di guida a seguito della violazione commessa, Z. Rocco ha tentato di seminare la pattuglia dei Carabinieri con pericolose manovre fino al centro abitato di Oppido Mamertina dove, costretto a fermarsi a causa del traffico incontrato, veniva raggiunto dai Carabinieri.

Osservata la scena da un bar poco distante, il fratello Cosmo si avvicinava e iniziava ad inveire contro i militari nel tentativo di farli desistere dal proprio operato e permettere al fratello di allontanarsi. I Carabinieri reagivano all’aggressione subita e, dopo un breve tentativo di fuga del Cosmo, traevano in arresto entrambi i fratelli con l’accusa di resistenza, minacce e violenza a pubblico ufficiale

Gli arresti sono stati convalidati nello stesso pomeriggio dall’A.G. di Palmi, che ha disposto la custodia cautelare di  Cosmo presso il proprio domicilio e l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per il fratello Rocco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


tre × 6 =