SONY DSCOperazione dei Carabinieri di Reggio Calabria: scoperta una discarica abusiva, rinvenute armi e munizioni, intensificazione del controllo del territorio. Un arresto e una persona denunciata. Sequestrate armi e munizioni. Nel corso del fine settimana i Carabinieri di Reggio Calabria sono stati impegnati in un servizio di controllo straordinario del territorio cittadino nell’ambito di un piano di intensificazione dei controlli disposto dal Comando Provinciale di Reggio Calabria per incrementare la sicurezza dei cittadini, contrastando il fenomeno della detenzione illegale di armi e munizioni.

Nel corso dell’operazione che ha visto sul campo l’impiego dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia reggina e della Stazione Carabinieri di Rosario Valanidi, Cardeto e Cannavo’ con il supporto dei militari della Compagnia di Intervento Operativo del 12° Battaglione Sicilia e delle unità cinofile per la ricerca di armi del Nucleo Carabinieri Cinofili di Vibo Valentia, e di quelli dello squadrone Eliportato Cacciatori di Vibo Valentia, sono stati effettuati controlli di persone e veicoli con numerose perquisizioni personali, veicolari e domiciliari.

In particolare i militari della Stazione Carabinieri di Cannavo’ nel corso di un posto di blocco hanno sorpreso un sorvegliato speciale mentre era alla guida dell’autovettura della compagna. Per questo motivo veniva tratto in arresto in flagranza di reato R.G., quarantaquattrenne di Reggio Calabria, pregiudicato, sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza. In particolare R.G. viene contestata la guida di un’autovettura pur avendo subito la revoca della propria patente di guida a seguito della misura citata. Dopo le formalità di rito il predetto veniva sottoposto agli arresti domiciliari in attesa del giudizio direttissimo. L’autovettura che conduceva veniva sottoposta a sequestro.

discaricaNel medesimo contesto i militari di Rosario Valanidi sorprendevano l’autista di un autocarro mentre era intento a scaricare del materiale di risulta costituito da resti di legno, plastica e ferro. Dai primi accertamenti emergeva che la discarica abusiva cosi’ realizzata interessava una superficie di 50 m quadri. Nell’area vi era già materiale in giacenza della stessa tipologia di quello che il soggetto stava scaricando segno che non si trattava del primo carico.

Per questo motivo veniva denunciato in stato di libertà per aver realizzato una discarica abusiva A.C. quarantacinquenne di Reggio Calabria, veniva, inoltre, sottoposto a sequestro l’autocarro che in quel momento stava utilizzando e l’area interessata dai rifiuti che dovrà essere bonificata.

I Carabinieri di Cardeto, coadiuvati da personale dello Squadrone Eliportato cacciatori, nel corso del controllo del territorio montano, effettuavano un approfondito rastrellamento di casolari abbandonati. A seguito di una perquisizione di uno di questi casolari rinvenivano una carabina calibro 22 Bolt Action con matricola illeggibile, numerose munizioni, oltre cinque chilogrammi di pallini di piombo utilizzati per confezionare delle munizioni. Il materiale veniva sottoposto a sequestro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


quattro − = 2