Dopo l’incontro dello scorso 27 settembre, il Commissario straordinario del Comune per la gestione del Comune di Messina, dott. Luigi Croce, ha avuto, stamani a palazzo Zanca, un ulteriore confronto con i tre segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Lillo Oceano, Tonino Genovese e Costantino Amato. Presenti anche il segretario generale, Santi Alligo, il ragioniere generale, Ferdinando Coglitore, e l’esperto per le partecipate, Nino Dalmazio, si è discusso della situazione socio-economica in cui versa la città e le parti hanno espresso preoccupazione sul fronte delle numerose vertenze in atto, dall’Atm e dall’emergenza rifiuti agli stipendi arretrati dei dipendenti comunali.

Il Commissario Croce ha confermato l’attesa del trasferimento, nei prossimi giorni, delle risorse finanziarie provenienti dal Governo nazionale, che consentiranno al Comune di fronteggiare parte della mancanza di liquidità nelle casse comunali. “La situazione rimane critica – hanno evidenziato Oceano, Genovese e Amato – e dunque navighiamo a vista. Sui diciotto milioni di euro, che dovrebbero arrivare dallo Stato, abbiamo chiesto al Commissario una rigida applicazione di equità su tutti i fronti, dai dipendenti comunali, proseguendo con le partecipate e i pagamenti relativi alle fatture delle cooperative impegnate nei servizi sociali. Croce ha condiviso la nostra impostazione e ci ha dato risposte positive, anche se le somme attese non saranno sufficienti a coprire tutte le spettanze. Per questa ragione abbiamo fissato un appuntamento successivo a giorno 9, alla luce dell’esito dell’incontro con la Corte dei Conti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


9 × = diciotto