5 stelle2Il MoVimento 5 Stelle di Messina rifacendosi esplicitamente ai lavori della Commissione Rodotà per la legittimazione e riconoscimento giuridico del concetto di Beni Comuni e il suo utilizzo in ambito politico-sociale, parteciperà all’incontro organizzato dai membri del Teatro in Fiera ribattezzato Pinelli in seguito all’occupazione del 15 dicembre e divenuto Itinerante dopo lo sgombero del 14 febbraio, martedì 16 aprile alle 17 al Municipio sul tema del riutilizzo del Parco Aldo Moro.

 Fin dai tempi di Energia Messinese, associazione che è confluita nel MoVimento 5 Stelle di Messina, abbiamo attenzionato alle istituzioni le sorti di questo unico spazio cittadino centrale e che veniva ingiustamente negato alla libera fruizione della cittadinanza.

 Nel 2008, tramite petizione popolare, abbiamo di fatto informato la cittadinanza della sua “esistenza dimenticata” documentandone la bellezza con un video.

 A livello comunale il MoVimento sostiene la creazione di un Assessorato per i Beni Comuni, su esempio di quanto già effettuato presso il comune di Napoli, al fine di una migliore gestione e una maggiore vigilanza del territorio da parte dell’Amministrazione pubblica, troppo incline finora alla svendita e alla speculazione piuttosto che alla cura in nome della libera fruizione dei cittadini.

 A livello regionale abbiamo fatto partire un gruppo di lavoro sui Beni Comuni guidato dal Professore Nivarra.

 Al livello Nazionale, inoltre, ci fa piacere ricordare come il professore Rodotà è uno dei candidati alla presidenza della repubblica del movimento 5 stelle.

 La situazione del territorio e la cura del patrimonio artistico-culturale hanno raggiunto, nella nostra città, un livello intollerabile d’incuria e degrado. Tanti, troppi, luoghi-simbolo agonizzano, abbandonati all’indifferenza, a causa della cecità delle Amministrazioni che dovrebbero invece prendersene cura. E’ necessario un cambiamento, anche di natura giuridico-legislativa, e il Movimento Cinque Stelle Messina farà tutto quanto è in suo potere fare affinché questo cambiamento avvenga. Su tutti i fronti su cui saremo impegnati porteremo il nostro contributo, per favorire gli spazi di socializzazione,, nel rispetto delle bellezze naturali ed artistiche del nostro territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


quattro × = 32