Foto dal web
Foto dal web

Rapina “a mani nude” a Monasterace. Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri della locale stazione, due malviventi, a volto scoperto e senza armi si sono avvicinati a una donna, C.S., 39 anni, e dopo averla schiaffeggiata e fatta cadere a terra l’hanno derubata del telefono cellulare e di circa 200 euro in contanti. La rapina si è verificata in via Aspromonte. A ricostruire la dinamica della vicenda ai carabinieri è stata la stessa vittima. A seguito della denuncia, senza esito si sono però rivelati i controlli effettuati in tutta la zona: dei due malviventi, insomma, nessuna traccia.

MARINA di GIOIOSA. I carabinieri della locale stazione, impegnati in un servizio di controllo del territorio, hanno denunciato alla Procura di Locri un pensionato N.D.P., 65 anni, per detenzione e porto illegale di un coltello e di una cartuccia. Nel corso di una perquisizione personale l’uomo è stato trovato in possesso di un coltello di genere vietato e di una cartuccia per fucile da caccia calibro 12 caricata a pallini.

GIOIOSA JONICA I carabinieri della locale stazione hanno denunciato all’autorità giudiziaria competente G.M., operaio di 32 anni, sorpreso alla guida della propria autovettura che nel corso del controllo è risultata munita di un contrassegno assicurativo falso.

Gazzetta del Sud – Antonello Lupis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


sei − = 5