carabinieri212223Comunicato stampa del 25 settembre 2013 della Legione Carabinieri “Sicilia” Comando Provinciale di Messina – Proseguono in questi giorni i servizi di prevenzione posti in essere dai Carabinieri della Compagnia di sant’Agata di Militello, i quali sono impegnati in mirate attività per il contrasto dei reati di natura predatoria.

In tale contesto, i militari della stazione di Mirto, nell’ambito degli specifici servizi preventivi, hanno arrestato, nel pomeriggio di ieri, i fratelli Santo e Francesco Lo Verso, palermitani di 22 e 23 anni e Giuseppe Cianciano, 61 enne di Rocca di Caprileone, tutti già noti alle Forze dell’Ordine, per tentato furto aggravato in concorso. Durante un servizio perlustrativo, in località San Biagio di Mirto, i militari dell’Arma notavano tre individui che tentavano di asportare un’autovettura parcheggiata a bordo della strada.

Immediatamente intervenivano e riuscivano a bloccare i tre soggetti. Nel corso del controllo i Carabinieri rinvenivano anche un autocarro di proprietà di uno di loro ed all’interno dello stesso una carcassa di automobile ed altri rottami e rifiuti vari. A seguito di ulteriori accertamenti, i militari appuravano che detta carcassa era stata asportata precedentemente a Torrenova, in località Zappulla. A quel punto per i tre scattavano le manette con l’accusa di tentato furto aggravato in concorso. I predetti venivano altresì denunciati per ricettazione. Al termine delle formalità di rito, pertanto, gli arrestati venivano trattenuti nelle camere di sicurezza, in attesa dell’udienza con rito direttissimo davanti al Tribunale di Patti.