copertina libroGuardavalle Web riceve e pubblica – “Mio padre Raffaele, una storia catanzarese” è il titolo del volume di Francesco Loprete, pubblicato da Ursini Edizioni, che sarà presentato il prossimo 31 marzo, alle ore 17, nella Sala Augusto Placanica della Biblioteca comunale “Filippo de Nobili” di Catanzaro. Alla presenza dell’autore ne parleranno Mario Saccà, presidente dell’Associazione “Calabria in armi” e Giuseppe De Gaetano, consigliere comunale della città. Coordinerà i lavori G. Battista Scalise, dirigente scolastico e responsabile culturale della casa editrice catanzarese e dell’Associazione “Accademia dei Bronzi”. Il libro è una storia di guerra, di dedizione alla famiglia e alla Patria, di amore, di sacrifici, di piccole-grandi soddisfazioni e di altrettante amarezze, delusioni paure. Con una scrittura semplice, ma partecipata, dialogante e sensibile, l’autore offre una immagine verace del padre Raffaele nel segno di una memoria sempre

Raffaele Loprete
Raffaele Loprete

puntuale nel focalizzare momenti e vicende che dalla Guerra 1915-18 proseguirono fino alla sua morte. Il volume è anche una storia catanzarese, nel senso che l’agire di Raffaele sia in guerra (a Castagnavizza, sul Piave e altrove) che in seguito nella comunità di origine è stato di estrema lealtà e generosità partecipando attivamente alla vita sociale della città e dando il proprio contributo non appena se ne presentava l’occasione. Ferito in guerra e protagonista di azioni di non poco coraggio, Raffaele Loprete si era anche meritato la Croce al merito ed altri riconoscimenti. Nel volume ci sono, inoltre, piante geografiche dell’epoca bellica, riproduzioni di fotografie legate ad azioni delle truppe italiane in trincea e sui campi di battaglia, foto di famiglia che ritraggono il padre dell’autore in occasione delle manifestazioni a ricordo degli eventi bellici di cui fu protagonista. Il testo, inserito dalle edizioni Ursini nella collana “Galassie”, è insomma un singolare e ricco compendio di piccole-grandi verità storiche che riescono immediatamente coinvolgenti e preziose anche a chi vive al di fuori della Calabria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


− 6 = zero