Una grande opportunità per i Comuni del comprensorio tirrenico e nebroideo: ad offrirla è la programmazione regionale FESR 2021-2027, che ha istituito i Sistemi Intercomunali di Rango Urbano (S.I.R.U.) prevedendo importanti risorse per gli enti inseriti in tale ambito territoriale.

Nel caso in specie, l’Autorità territoriale, che vede coinvolti ben 35 Comuni e 184 mila abitanti, le risorse a disposizione ammontano a circa 350 milioni di euro. Fondi rilevanti per una pianificazione, che deve vedere le municipalità locali agire in forma di coalizione territoriale predisponendo dei progetti, che saranno successivamente valutati dopo la sottoscrizione dell’Accordo di programma con il Dipartimento regionale della programmazione. Si tratta di un quadro che stamattina il Sindaco Pippo Midili ha illustrato in Aula consiliare ai colleghi Sindaci intervenuti (non tanti per la verità), un primo confronto, cui seguirà quello che a breve sarà promosso dal Comune di Barcellona.

L’obiettivo è di poter nel giro di un paio di settimane raccogliere la volontà dei Comuni e poi iniziare il lavoro di organizzazione degli uffici di quella che viene definita “Autorità territoriale”, che dovrà elaborare la strategia di sviluppo dell’Area, sulla base del documento di indirizzo per la costruzione delle strategie territoriali e per la selezione delle operazioni a valere appunto sul PR FESR 2021-2027; quindi si andrà a costituire un Ufficio comune assicurando ogni risorsa necessaria e l’organigramma del personale addetto, data di inizio dell’attività, dotazioni informatiche, dotazione delle risorse umane a tempo piano e tempo parziale, individuazione dei responsabili del procedimento, ogni altro atto utile per l’avvio delle attività, insomma una struttura ad hoc per portare avanti questa pianificazione.

«Si tratta di una occasione storica per il nostro comprensorio – ha detto Midili – e qui noi Sindaci dobbiamo dimostrare capacità di fare squadra, perché le risorse europee premiano appunto azioni collettive in specifici settori, che vengono espressamente indicati nelle azioni del FESR. Occorre anche essere celeri nell’organizzare uffici e strutture e poi dedicarci ai progetti».

In Sicilia i Si.R.U. (Sistema Rango Urbano) sono in tutto otto e quello della provincia di Messina è il secondo per dimensione nella Regione. Comprende i Comuni di Barcellona, Milazzo e Patti (definiti Centri urbani medi), i poli ricettivi di Capo d’Orlando, Furnari, Gioiosa Marea. Terme Vigliatore e Tripi e poi questi altri comuni: Basicò, Castroreale, Falcone, Ficarra, Librizzi, Fondachelli Fantina, Librizzi, Mazzarrà Sant’Andrea, Montagnareale, Montalbano, Novara di Sicilia, Oliveri, Rodì Milici, San Piero Patti, Sant’Angelo di Brolo, Condrò, Gualtieri Sicaminò, Merì, Monforte San Giorgio, Pace del Mela, Roccavaldina, San Filippo del Mela, San Pier Niceto, Santa Lucia del Mela, Torregrotta, Valdina.

 

Foti Rodrigo

Lascia un commento