Il Circolo PD di Milazzo continua a seguire da vicino la questione legata alla discarica di Ponente, rinvenuta dopo le mareggiate degli anni scorsi, un tema, che a fasi alterne ha assunto rilevanza nel dibattito politico cittadino. “Abbiamo avuto modo di seguire i vari passaggi e gli atti pubblicati sul sito del Ministero della Transizione Ecologica rispetto alla questione dei siti orfani; ma anche la risposta del Ministro Cingolani ad una interrogazione presentata da un Deputato del territorio e la volontà da parte dell’attuale Amministrazione cittadina di dare seguito ad una progettazione riguardante l’iter di bonifica del sito.

Alla luce della posizione del Ministro, che evidenzia come la Regione Sicilia non abbia inserito nell’elenco dei siti siciliani trasmessi al Ministero la discarica di ponente, il Circolo PD di Milazzo invita la deputazione regionale e nazionale ed il Sindaco a fare chiarezza su questo aspetto. – ha dichiarato il segretario cittadino Salvatore Gitto – Non è più accettabile per l’intera comunità milazzese questo continuo rimpallo di responsabilità tra istituzioni pubbliche che, al contrario, dovrebbero lavorare in sinergia nell’ottica della risoluzione del problema.

Milazzo non può e non deve essere etichettata come la “città della discarica”, una città, che con fatica sta provando ad impostare una strategia legata alla promozione turistica, in cui va considerata l’istituzione dell’Area Marina Protetta e come tale non può permettersi su uno dei tratti di costa più suggestivi del nostro territorio una discarica a cielo aperto; infine ringraziamo il Consigliere Antonino Foti per la disponibilità al confronto e per aver condiviso con il direttivo l’ottimo lavoro portato avanti fino ad oggi proprio sulla discarica di ponente; senza dubbio un’elaborazione e contenuti importanti posti all’attenzione del Consiglio Comunale e dell’Amministrazione”.

Foti Rodrigo