gestione-rifiutiIl Comune di Milazzo ha predisposto una modifica al calendario di conferimento della raccolta differenziata nel periodo natalizio. In particolare è stato spostato il giorno, in cui i cittadini potranno consegnare la componente umida dei rifiuti, che secondo la normale scadenza era prevista proprio nel giorno di Natale e in quello di Capodanno. La raccolta prevista per giorno 25 sarà effettuata il mercoledì 27 dicembre. mentre quella del 1 gennaio sarà ritirata mercoledì 3: queste le uniche modifiche, che in pratica si riassumono nello slittamento di appena due giorni per la raccolta dell’umido, mentre tutto il resto del servizio rimarrà invariato. La raccolta in strada invece avverrà regolarmente nei giorni 26 e 2 gennaio. L’ente locale con l’occasione ha reso noto il bilancio del primo anno dall’avvio a regime della raccolta differenziata porta a porta sul territorio. “I dati in possesso all’ufficio Ambiente – afferma l’Assessore Damiano Maisano – attestano che è stato superato il 20% di media annua. Soddisfacenti anche i risultati del Punto ecologico di Ciantro, dove numerosi cittadini si sono recati per conferire rifiuti differenziati e ingombranti. Siamo ovviamente determinati a migliorare anche perché già in questo 2017 poteva andare meglio poiché sono state troppe le azioni di incivili che ci hanno ripetutamente costretti a contrastare e bonificare il formarsi di micro discariche incidendo negativamente sul dato della percentuale media annuale, che tuttavia lascia ben sperare soprattutto considerata la novità per il nostro territorio e i primi mesi di adattamento. L’obiettivo è potenziare i controlli e soprattutto far scattare le sanzioni per i trasgressori, poiché sono questo il miglior deterrente al mancato rispetto delle norme. Auspico anche che i cittadini, come avviene in molte città del Nord procedano a segnalare chi viola le regole contribuendo così a difendere l’ambiente e dare con senso civico il loro supporto ad una corretta differenziazione dei rifiuti”. Il dirigente del settore Ambiente con propria ordinanza ha approvato lo schema di massima e il disciplinare di gara per l’affidamento del servizio di igiene ambientale per sette anni per l’importo complessivo a base d’asta di ben 32 milioni di euro oltre IVA.

Il piano economico è quello fissato dall’Aro Milazzo – che finalmente è divenuto efficace – e contempla, oltre alla raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, anche lo spazzamento e tutta una serie di servizi di igiene pubblica (pulizia spiagge, pulizia caditoie, raccolta dei rifiuti pericolosi, pulizia dei terrapieni di Ponente e Levante). Per l’individuazione del gestore sarà necessario procedere a gara di evidenza pubblica, che non sarà espletata dal Comune di Milazzo, bensì dall’Urega (Ufficio regionale espletamento gare d’appalto), sezione territoriale di Messina. Il responsabile unico del procedimento di palazzo dell’Aquila Ferdinando Torre procederà adesso alla trasmissione della documentazione all’ente preposto per la gara.

 Foti Rodrigo