cassonettiLa procedura di riconversione del metodo di raccolta dei rifiuti solidi urbani presso utenze domestiche, avviata nel corso del 2016 nelle varie frazioni della Piana, ha raggiunto il centro abitato. In atto si sta procedendo ad avviare il servizio nella zona 5 (S. Giovanni) e contestualmente si sta procedendo alla distribuzione dei kit porta a porta e dei contenitori carrellati alle utenze residenti nella zona 6 delimitata dalle vie Risorgimento, Cosenz, Marinaio d’Italia e dalla Piazza S. Papino: in questa zona, caratterizzata per una sua peculiarità (alta densità abitativa e poche strade), saranno attivate in forma sperimentale tre isole ecologiche mobili. Il metodo di raccolta, che comporta l’eliminazione dei cassonetti stradali così come disposto dalle specifiche direttive regionali, prevede la separazione delle frazioni di rifiuto direttamente al momento della loro produzione. Esse, così distinte, sono conferite al servizio di raccolta secondo le modalità e le frequenze previste nel calendario. È importante ricordare che la frazione umido-organica dovrà essere conferita esclusivamente nel sacchetto con la scritta “UMIDO”; sono ammessi anche sacchetti in Mater-bi – Ok Compost e/o comunque compostabili. L’Amministrazione auspica una forte collaborazione dei cittadini: questo metodo ha infatti già consentito ad oggi di ridurre la quantità di rifiuti indifferenziati portati in discarica di 1.524.020 kg rispetto al 2016, mentre le varie frazioni avviate recupero e riciclo ammontano a 1.934.800 kg. Agli utenti della zona interessata la Loveral ha consegnato una mini-pattumiera per l’umido assieme ai sacchetti (ai condomini dei contenitori più grandi da 120 o 240 litri secondo il numero delle utenze) ed il calendario settimanale della raccolta porta a porta. Ecco come funziona: nei giorni di lunedì, mercoledì e sabato avverrà il ritiro dei sacchetti contenenti l’umido e della carta e cartone; martedì e venerdì il cosiddetto “indifferenziato”; mercoledì la plastica e giovedì il vetro e le lattine. Per una resa ottimale del servizio gli utenti dovranno lasciare i rifiuti la sera prima del giorno di raccolta a partire dalle ore 20:00 e sino alle 6:00, orario in cui avverrà il passaggio della ditta per il recupero dei rifiuti, che vanno posizionati davanti alle singole abitazioni o dei condomini. Per evitare soprattutto per l’umido, che nel corso delle ore notturne randagi possano distruggere i sacchetti, il contenitore consegnato è munito di una speciale protezione che non consente agli animali di danneggiarlo. Per quanto riguarda la raccolta di elettrodomestici, materassi, sfalci di potatura e rifiuti ingombranti, essa avverrà gratuitamente effettuando una prenotazione telefonica dal lunedì al venerdì dalle ore 6:00 alle 12:20 al seguente numero: 388/1691911. Per ricevere invece ulteriori kit di sacchetti, basterà recarsi presso la sede della Loveraldi, via Giorgio Rizzo 123, dalle 8:00 alle 18:00, sempre nei giorni feriali. “Gli sforzi, che stiamo facendo per cambiare marcia, sono tantissimi. Ora sarà determinante la collaborazione dei cittadini”. L’Assessore Damiano Maisano, nel confermare l’avvio della totale eliminazione dei cassonetti dal centro città, invita l’utenza a differenziare i rifiuti: “Comprendo le difficoltà iniziali visto che si tratta di una novità, ma basta chiedere alla ditta o agli uffici comunali chiarimenti e credo che tutto diventerà praticabile. Presto incontreremo gli amministratori dei condomini per dare loro informazioni più dettagliate sul funzionamento.

Banner pubbli 10Tutti comunque sono stati messi nelle condizioni per iniziare la differenziazione dei rifiuti”. Un territorio abbastanza ampio quello milazzese e quindi la necessità di una ripartizione di varie aree per consentire di pianificare i vari interventi in un diverso arco di tempo. Il servizio di raccolta porta a porta iniziato nell’agosto del 2016 ha portato dei risultati confortanti e oggi il dato relativo alla differenziata è pari a quasi il 16%, un aumento notevole rispetto al 3% registrato dagli uffici nei primi mesi dello scorso anno. Il territorio è stato diviso nelle seguenti dieci zone: S. Marina – Bastione, San Pietro-Grazia-San Marco, Corriolo-Masseria-Parco, Ciantro, San Giovanni, via Risorgimento, Porto, Centro-Borgo, Tono, Capo. Sino ad ora il servizio porta a porta è stato attuato in quattro zone – sostanzialmente tutta la Piana e Ciantro, sta iniziando a San Giovanni e nelle prossime settimane interesserà la via Risorgimento. L’obiettivo del Comune è di completare entro fine anno le zone 7 e 8, ossia porto, centro e Borgo, lasciando fuori, per adesso solo il Tono ed il Capo, che peraltro nel periodo invernale registrano una minore produzione di rifiuti.

Foti Rodrigo