Sottoscritto questa mattina alla presenza dell’Assessore ai Servizi Sociali Simone Magistri, del dirigente del VI settore Domenico Lombardo, del presidente dell’associazione “I Diritti del Debitore” Gianluca Sidoti e del Presidente del Consiglio Comunale Alessandro Oliva un protocollo d’intesa finalizzato all’istituzione nel comune di Milazzo di uno sportello per il sovraindebitamento, con la funzione di Segretariato Sociale, ai sensi dell’art. 22 co. 4 della Legge n. 328 del 2000: il protocollo sottoscritto con l’associazione “I diritti del debitore” mira in particolar modo all’attivazione d’un servizio di informazione, consulenza e assistenza su tutti gli strumenti e le opportunità in favore dei soggetti che si trovano in situazione di disagio, di povertà o di sovraindebitamento, nonché all’attivazione di strumenti specifici di solidarietà e di supporto nei confronti delle famiglie e delle imprese che si trovano in difficoltà economica. “Questo protocollo – detto Magistri – rappresenterà un punto di riferimento, ove cittadini o piccole e medie imprese in difficoltà potranno trovare risposte ai bisogni da sovra indebitamento”. Niente pagamento della sanzione per i contribuenti risultanti morosi con la tassa dei rifiuti del 2015: lo ha chiarito l’Ufficio Tributi di Palazzo dell’Aquila per rispondere alla richiesta di chiarimenti dei cittadini, che in questi giorni si stanno vedendo notificare degli avvisi di accertamento esecutivo relativo all’omesso o ritardato pagamento della TARI annualità 2015. 
La condizione, per evitare la sanzione del 30 per cento sul dovuto, è di presentare entro trenta giorni istanza di rateizzazione. Coloro che invece l’avessero già fatto – spiegano i funzionari – non dovranno tener conto dell’avviso ricevuto. Sino ad ora – come sottolinea l’Assessore Roberto Mellina – sono circa un migliaio le istanze presentate al vaglio degli uffici comunali, che procederanno a trasmettere, contattando il contribuente, il piano di rateizzazione.

Foti Rodrigo